Il pianeta degli alberi di Natale

 Rendi magico il tuo Natale regalando un albero all’ambiente

Il pianeta degli alberi di NataleProsegue anche quest’anno il progetto Letterine di Babbo Natale, grazie al quale Poste Italiane raccoglie nelle cassette postali di tutta Italia migliaia di lettere indirizzate a Babbo Natale con  indirizzi di fantasia: tutte le lettere su cui è indicato l’indirizzo del mittente riceveranno una risposta firmata Babbo Natale. Scopo del progetto è dare ai bambini la gioia di ricevere una lettera da un personaggio importante come Babbo Natale, promuovendo l’importanza della corrispondenza come veicolo di messaggi ed emozioni.
Le Letterine sono in costante crescita - da 40.000 spedite nella prima edizione del 1999 ad oltre 130.000 nell’edizione 2013 - e quest’anno hanno un obiettivo in più: sensibilizzare i bambini al tema della salvaguardia degli alberi e dell’ambiente. I bambini - e i genitori - vengono, infatti,  invitati a scaricare l’App Pianeta Alberi che dà la possibilità di piantare e addobbare il proprio “albero virtuale” sul magico Pianeta degli alberi di Natale; nel corso del 2015, poi, Poste Italiane - in collaborazione con Legambiente - trasformerà gli alberi virtuali in alberi veri, piantando fino a 500 abeti nelle regioni più esposte a dissesti idrogeologici: Piemonte, Liguria, Toscana e Campania. Maggiori informazioni sul progetto si trovano su www.poste.it, dove un counter mostra costantemente il numero di alberi virtuali piantati attraverso la App.
Per sostenere l’iniziativa Poste Italiane ha inoltre organizzato nove eventi - tra il 9 e il 19 dicembre - in altrettante scuole di Torino, Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari e Palermo, scelte tra  quelle che hanno inviato le letterine a Babbo Natale. Nel corso dell’evento - a cui hanno preso parte giornalisti e rappresentanti di Poste, di Legambiente e delle istituzioni locali - è stata presentata l’iniziativa di messa a dimora dei 500 alberi e poi grandi e piccini hanno decorato insieme gli alberi di Natale che Poste Italiane ha regalato alle scuole coinvolte.