Chi e che cosa sosteniamo

Il Consiglio di Amministrazione di Poste Insieme Onlus, avvalendosi anche del supporto del Comitato Scientifico, individua con cadenza annuale o pluriennale le aree tematiche e gli ambiti prioritari di intervento della Fondazione, nell’ambito delle linee guida per l’attuazione delle finalità statutarie.

Il Consiglio di Amministrazione di Poste Insieme Onlus, avvalendosi anche del supporto del Comitato Scientifico, nella seduta del 15 marzo u.s. ha individuato le seguenti aree tematiche ed ambiti prioritari di intervento della Fondazione per l’annualità 2016.  

 a) Azioni di contrasto alla povertà estrema e sostegno alle famiglie quali:

  • Sostegno e sviluppo di reti territoriali integrate per la prevenzione e il contrasto delle forme di povertà estrema;
  • Interventi di natura emergenziale per sopperire a bisogni assistenziali primari;
  • programmi finalizzati all’autonomia del nucleo familiare (inserimento re-inserimento lavorativo);
  • sostegno a famiglie con minori in difficoltà e/o anziani con disabilità, fragilità sociali, traumi, patologie attraverso attività e/o servizi di tipo residenziale, diurno o domiciliare non finanziati in forma stabile da strutture pubbliche.

b) Percorsi di inclusione ed autonomia volti al reinserimento lavorativo e alla valorizzazione del talento di soggetti svantaggiati:

  • proposte progettuali che vadano ad innestarsi su una pregressa e documentata attività nello specifico settore i cui beneficiari siano:

            - donne vittime di violenza 
            - minori a rischio di abbandono/dispersione scolastica
            - minori in comunità  prossimi al raggiungimento della maggiore età
            - detenuti ed ex detenuti
            - ex tossicodipendenti.

  • valorizzazione del talento e della creatività giovanile per il loro inserimento lavorativo nel tessuto produttivo.

Su tale specifico ambito di intervento estremamente significativa sarà ritenuta la comprovata capacità organizzativa del proponente in termini di attivazione e gestione di reti, anche informali, e di partenariati con organizzazioni datoriali, associazioni di categoria del settore produttivo, reti di imprese, quale fattore determinante ai fini della concreta attuazione dei programmi di reinserimento lavorativo.

Nell’ottica dell’integrazione plurisettoriale che caratterizza - anche a livello normativo e regolamentare - l’organizzazione territoriale delle politiche sociali, i suddetti ambiti tematici potranno essere declinati anche in maniera trasversale, fermo restando il rispetto dei principi e dei requisiti delineati rispetto ai destinatari finali delle attività e l’omogeneità complessiva della proposta progettuale in termini di obiettivi, azioni e territori.