dcsimg

Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Poste Italiane agisce a favore dell’inclusione sociale attraverso l’innovazione tecnologica e iniziative finalizzate a promuovere la solidarietà e l’integrazione su tutto il territorio nazionale.
 
Il percorso di trasformazione digitale avviato da Poste Italiane mira non solo ad anticipare i bisogni della clientela e proporsi come interlocutore chiave con la Pubblica Amministrazione ma anche a diventare motore inclusivo per il Paese nello sviluppo dell’economia digitale.
 
Nell’ottica di ampliare i canali di accesso del cliente ai nostri servizi, abbiamo implementato una serie di progetti tra cui:
 
  • le APP di Poste: abbiamo rilasciato tre app in ottica “mobile first” (Postepay, BancoPosta e Ufficio Postale) che unitamente alle app PosteID e PosteMobile completano la gamma di applicazioni semplificate e disponibili gratuitamente (a fine 2017 i download hanno raggiunto complessivamente i 15 milioni);
  • PosteID e il Sistema Pubblico d’Identità Digitale (SPID): Poste Italiane opera come “identity provider”, estendendo l’ambito di utilizzo del proprio servizio PosteID anche al Sistema Pubblico d’Identità Digitale (SPID) in modo da consentire ai titolari PosteID di creare un profilo digitale per accedere a tutti i servizi online, alle app di Poste Italiane, ai servizi delle Pubbliche Amministrazioni e dei fornitori privati aderenti a SPID;
  • l’offerta di una gamma di altri servizi online, come la possibilità di pagare le bollette o di ritirare online le raccomandate non recapitate, che migliorano e semplificano la fruizione dei servizi da parte del cliente.

Sicurezza informatica

Il ricorso sempre maggiore a strumenti digitali da parte del cliente rende necessarie misure di prevenzione del rischio di cyber security al fine di tutelare i clienti e i cittadini e contrastare il crimine informatico. A livello organizzativo è stato creato un polo unico a presidio dei rischi relativi alla sicurezza delle informazioni e ai sistemi informativi attraverso:
 
  • l’individuazione di un interlocutore unico sul rischio legato alla sicurezza informatica;
  • la gestione integrata del rischio di Cyber Security;
  • una maggiore efficacia ed efficienza operativa attraverso la riduzione della frammentazione dei processi operativi tra le funzioni.
 

iniziative per l’inclusione e l’integrazione

 
Con 34,4 milioni di clienti a rischio esclusione sociale, Poste Italiane ha sviluppato e gestito una serie di iniziative finalizzate a promuovere la solidarietà economica, l’inclusione sociale e l’integrazione culturale:
A seguito dell’aggiudicazione nel 2017 di una procedura di gara, Poste Italiane continua a gestire il servizio integrato relativo alla Carta Acquisti e alla Carta SIA (Sostegno per l’Inclusione Attiva), ampliato con la Carta REI (Reddito di Inclusione).
 
Si tratta di carte di pagamento elettroniche del Ministero dell’Economia e delle Finanze, emesse da Poste Italiane, con un beneficio economico differente per tipologia di carta. Le carte sono utilizzabili negli esercizi abilitati al circuito Mastercard per effettuare i propri acquisti (negozi alimentari, farmacie e parafarmacie) e presso gli Uffici Postali per pagare le bollette dell’elettricità e del gas. Funzionano come una normale carta di pagamento elettronica.
 
Già da alcuni anni Poste Italiane propone l’iniziativa Sportello Amico ai cittadini per offrire la possibilità, indipendentemente dal luogo in cui si trovano, di fruire degli stessi servizi offerti dagli uffici territoriali della Pubblica Amministrazione. La rete capillare degli Uffici Postali “Sportello Amico” è pari a 5.734 sportelli (45% del totale).
 
Gli Uffici Postali multietnici, attraverso il superamento della barriera linguistica e un’offerta di prodotti e servizi specifici, si propongono di contribuire ai processi di integrazione sociale e culturale dei cittadini stranieri, regolarmente soggiornanti in Italia, offrendo loro un canale di accesso dedicato.
 
Gli uffici postali multietnici sono localizzati in quartieri con un elevato tasso di residenti stranieri o in aree di grande passaggio (per esempio le stazioni ferroviarie). Si sono sviluppati come uffici monoetnici per centri e quartieri a forte concentrazione di singole comunità oppure come uffici multietnici in punti di aggregazione delle maggiori etnie presenti in un’area o in una città. Nel periodo 2014-2017 sono stati attivati 27 uffici multietnici su tutto il territorio nazionale.
Siamo impegnati a eliminare le barriere architettoniche e di natura strumentale, ricorrendo a sistemi e tecnologie capaci di offrire pari opportunità di accesso anche alle persone disabili.
 
Per agevolare l’operatività delle persone sorde sono stati coinvolti sperimentalmente tre Uffici Postali (Genova Centro, Venezia 4 e Palermo Ausonia) e quattro risorse impiegate (tre allo sportello e una in sala consulenza), in grado di esprimersi nella lingua italiana dei segni (LIS).
 
Inoltre il 100% degli ATM di Poste Italiane è dotato di tastiere per persone cieche e ipovedenti. Il sistema guida la navigazione dei clienti attraverso una serie di mappe grafiche, ad alto contrasto, attivabili tramite il tasto cinque del tastierino numerico munito di rilievo di orientamento. I clienti ciechi possono contare anche sull’ausilio di una guida vocale completa, fruibile tramite l’utilizzo di cuffie che devono essere inserite nell’apposito jack presente sull’81% dei nostri ATM.
Attraverso il progetto «Il Risparmio che fa Scuola», Poste Italiane, Cassa Depositi e Prestiti e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si sono impegnati, per il triennio 2014-2017, a promuovere iniziative di sensibilizzazione sulla cultura e sui valori del risparmio nelle scuole primarie e secondarie di primo grado. Gli studenti della scuola secondaria di secondo grado sono stati coinvolti attraverso il lancio di un video contest per raccontare la propria idea del risparmio.
 
A fine 2017 il progetto è stato rinnovato, con una durata quinquennale, per rilanciare il progetto attraverso l’ideazione di un programma di formazione: l’obiettivo è fornire ai giovani, di tutti i gradi scolastici, le competenze economico-finanziarie e di cittadinanza necessarie per utilizzare il risparmio come strumento di sviluppo per il Paese.


 

© Poste Italiane 2018 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina