dcsimg

Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Sostenibilità in Poste Italiane L’impegno di Poste Italiane è cogliere le opportunità di sviluppo sostenibile e creare valore condiviso tra Azienda e stakeholder.

Poste Italiane pone grande attenzione alla sostenibilità delle proprie attività nella consapevolezza di ricoprire un ruolo strategico per lo sviluppo del Paese e per il raggiungimento di obiettivi generali di sviluppo sostenibile. Questo impegno si traduce nell’adozione e nella promozione di valori e comportamenti attenti ai bisogni e alle aspettative degli stakeholder: onestà, trasparenza, senso di responsabilità e affidabilità guidano i comportamenti dell’Azienda nelle relazioni interne e nei rapporti con l’esterno, generando fiducia e credibilità nel proprio operato.

La necessità di adottare un approccio sostenibile risulta tanto più chiara nel contesto attuale in cui gli impatti sociali e ambientali delle attività svolte hanno conseguenze sempre più evidenti e si estendono oltre i confini locali. Per limitare e gestire questi impatti, infatti, risulta essenziale una partnership coesa di soggetti pubblici e organizzazioni private in grado di operare a livello globale. È in questo quadro che si inseriscono gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals), 17 obiettivi globali adottati da tutti i 193 Paesi membri dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2015 attraverso il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP). Si tratta di “obiettivi comuni” che vedono ugualmente coinvolti, per la prima volta, tutti i Paesi, a prescindere dal loro livello di sviluppo, nel raggiungimento entro il 2030 di target economici, sociali e ambientali ben definiti.

In linea con tale prospettiva, Poste Italiane intende sviluppare iniziative di sostenibilità proprie in modo da supportare e far progredire anche gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, integrando in maniera strutturale elementi di sostenibilità nelle politiche aziendali, nei processi e nella strategia a lungo termine. L’impegno dell’Azienda per il prossimo futuro è quindi intraprendere un processo che, attraverso il coinvolgimento di tutte le aree organizzative e l’attiva condivisione degli stakeholder, possa portare alla definizione di linee strategiche di sostenibilità da includere in un Piano di Sostenibilità di Gruppo, dunque, obiettivi di medio-lungo termine coerenti con la strategia e le ambizioni di business dell’Azienda e con le strategie nazionali e internazionali di sviluppo sociale e ambientale.

Oggi, sono diverse le attività messe in campo dall’Azienda per partecipare attivamente alla costruzione e all’implementazione di un modello di sviluppo sostenibile locale e globale, focalizzate sulle seguenti aree principali:
 
  • riduzione dell’impatto ambientale degli edifici (green building), dei processi interni (digitalization) e dei mezzi di trasporto (green mobility e logistica sostenibile);
  • sviluppo del territorio, attraverso la promozione della digitalizzazione, dell’accessibilità ai prodotti e servizi e della sicurezza delle informazioni, anche in collaborazione con gli attori locali (enti, istituzioni, associazioni e Terzo Settore) in un’ottica di promozione attiva dei principi di prossimità e coesione sociale;
  • valorizzazione delle persone, operando nel rispetto del principio di non discriminazione e di pari opportunità, di salute, sicurezza e crescita del capitale intellettuale;
  • etica e correttezza nella conduzione del business, definendo un sistema di governance efficace e strumenti di dialogo trasparente con clienti e fornitori.

A livello decisionale, l’organo aziendale che assiste il Consiglio di Amministrazione nelle valutazioni e decisioni per lo sviluppo delle suddette aree è il Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità. A questo Comitato sono attribuite funzioni istruttorie, di natura propositiva e consultiva, nelle valutazioni e decisioni relative agli aspetti di sostenibilità. Nell’ambito dell’organizzazione, invece, è la Funzione Responsabilità Sociale d’Impresa che – all’interno della funzione Governo dei Rischi di Gruppo – promuove, in ambito sociale, ambientale, etico e di governance della sostenibilità, gli obiettivi aziendali e la relativa realizzazione e comunicazione dei risultati. La Funzione, inoltre, monitora i rischi connessi con gli aspetti maggiormente significativi in termini di sostenibilità, in grado di incidere negativamente sulla reputazione e identità aziendale.
Poste Italiane ha sempre ritenuto essenziale che le valutazioni e le decisioni prese in ambito aziendale siano frutto anche dei processi di ascolto, condivisione e coinvolgimento degli stakeholder esterni; per questo, il Gruppo partecipa attivamente nelle principali associazioni nazionali che hanno l’obiettivo di stimolare lo sviluppo e il confronto continuo sui temi della sostenibilità.
Fondazione che nasce nel 1995 su iniziativa di Assolombarda, come prima realtà a promuovere la sostenibilità d’impresa in Italia, contribuendo all’evoluzione del ruolo dell’impresa come attore sociale e non solo economico, mettendo al servizio della società civile i punti di forza della cultura d’impresa.

Realtà unica nel Paese, perché capace di unire l’impegno di oltre 100 imprese leader e di un gruppo di manager volontari e punto di riferimento delle aziende che considerano la sostenibilità una dimensione strategica fondamentale, si accredita come il partner delle Istituzioni Europee per attuare in Italia l’Agenda sulla Sostenibilità; si distingue per la capacità di realizzare iniziative multi-stakeholder con cui generare valore sociale condiviso
Associazione che riunisce un gruppo di manager e aziende con la missione di diffondere tra le imprese del territorio la cultura della responsabilità sociale d’impresa e della sostenibilità, sul piano economico, sociale e ambientale.

La partnership consente al Gruppo di accedere al network dell’associazione – costituito da grandi imprese, associazioni, onlus, enti ed istituzioni – di tenersi aggiornato attraverso attività di monitoraggio, comunicazione e formazione nonché partecipando ad iniziative ed eventi in tema di Corporate Social Responsibility.
Network costituto da professionisti che presso ogni tipo di organizzazione (imprese, fondazioni d’impresa, società professionali, Pubblica Amministrazione, enti non profit) si dedicano alla gestione delle problematiche socio-ambientali e di sostenibilità connesse alle attività aziendali.

La rete associativa offre l’opportunità di partecipare ai convegni organizzati, accedere ai documenti e agli studi elaborati dal network e condividere best practice con gli altri associati.
Nata nel 2009, è la prima associazione di imprese che promuove la diversità, il talento e la leadership femminile a sostegno di un maggior equilibrio di genere all’interno delle 150 organizzazioni associate.

Tale collaborazione permette di partecipare a programmi e laboratori organizzati dall’Associazione, oltre che di prendere parte a benchmark e allo scambio di best practice sui temi di welfare, diversity e leadership femminile.
Organizzazione che promuove da oltre 30 anni l’integrazione di persone disabili nella scuola, nel lavoro e nella società attraverso l’uso della tecnologia ICT.

La collaborazione con Poste Italiane è consolidata da diversi anni in relazione all’adesione a programmi di inclusione e valorizzazione dei disabili nei contesti aziendali.

I temi rilevanti di Poste Italiane

In risposta alle richieste del Decreto Legislativo 254/2016 sull’obbligo di rendicontazione delle informative non finanziarie a partire dall’esercizio finanziario 2017 – ed in considerazione della sua struttura, della capillarità della rete e dell’eterogeneità dei settori in cui opera – l’Azienda ha intrapreso un percorso per acquisire maggiore conoscenza e consapevolezza sul tema della sostenibilità e identificare i temi “materiali” e, dunque, significativi, che potrebbero influenzare in modo sostanziale le valutazioni e le decisioni degli stakeholder ed incidere sulla strategia aziendale.

Per fare ciò, è stata effettuata un’attenta disamina degli impatti economici, sociali e ambientali generati dalla propria attività, valutandone la rilevanza rispetto alle priorità aziendali e alle principali aspettative dei propri stakeholder. Il processo di individuazione dei temi potenzialmente rilevanti ha previsto diversi momenti di analisi, quali l’analisi di benchmark, sui reporting di sostenibilità delle principali società comparabili ai quattro settori di business del Gruppo, e l’analisi delle pressioni di settore, attraverso la mappatura degli aspetti rilevanti evidenziati come tali all’interno di pubblicazioni di alcune organizzazioni internazionali (RobecoSam, SASB, ecc.). La definizione della rilevanza dei temi identificati è stata svolta grazie al diretto coinvolgimento degli stakeholder interni (interviste alle diverse funzioni aziendali), all’analisi dei documenti aziendali (Relazione Finanziaria Annuale, Codice Etico, Modello 231, ecc.) e delle aspettative dei principali stakeholder esterni, attraverso le iniziative di ascolto e coinvolgimento promosse. I risultati delle attività svolte, che hanno condotto al posizionamento dei temi rilevanti all’interno della matrice di materialità e all’identificazione dei temi materiali, sono stati condivisi con il management di Poste Italiane in occasione di un incontro dedicato. L’importanza di questi temi è stata, inoltre, confermata anche dagli stakeholder durante le attività di coinvolgimento svolte a inizio 2018 (e che verranno descritte nel successivo paragrafo).

La matrice di materialità che segue identifica i temi maggiormente rilevanti e necessari ad assicurare la comprensione delle attività aziendali, del loro andamento e dei loro impatti economici, sociali e ambientali: proprio questi costituiscono oggetto di rendicontazione all’interno del presente Bilancio di Sostenibilità. Gli impatti relativi ai temi materiali identificati sono tutti causati dall’organizzazione ad eccezione dei temi logistica sostenibile e salute e sicurezza che sono causati anche da fornitori che operano per conto di Poste Italiane su una parte significativa delle operations del Gruppo.

Tema materiale*                  Cosa significa per Poste Italiane / Descrizione  
Capitale umano Individuare i migliori talenti, promuovere percorsi formativi e strategie di valorizzazione e crescita professionale. Tutelare il patrimonio intellettuale del Gruppo, le competenze, il know how, le esperienze e la conoscenza organizzativa.
Corporate Governance Mantenere un sistema di corporate governance solido costituito da regole, norme, prassi e un sistema di controllo per ridurre il rischio di comportamenti e decisioni che
possono pregiudicare il valore dell’organizzazione e la performance operativa. Rispettare la normativa vigente in termini di lotta alla corruzione attiva e passiva in ogni sua forma.
Customer experience e
qualità dei prodotti
Adottare modelli di servizio volti a promuovere la qualità dei prodotti. L’ascolto sistematico, le indagini di soddisfazione e un’efficace gestione dei reclami sono gli ingredienti da utilizzare per valorizzare la relazione con i clienti e rispondere alle loro necessità. Fornire un’esperienza unica e distintiva che vada oltre l’erogazione del prodotto o del servizio tradizionale.
Digitalizzazione e Innovazione Dare risposta ai nuovi bisogni dei clienti attraverso  l’innovazione dei prodotti e servizi offerti nonché dei processi e in particolare attraverso le opportunità offerte dalla digitalizzazione.
Gestione responsabile
della catena di fornitura
Garantire comportamenti etici all’interno della catena di fornitura, con particolare riferimento a: compliance legislativa, misure per contrastare frodi e corruzione, condizioni di lavoro e salute e sicurezza, aspetti ambientali. Promuovere il green procurement integrando “criteri ambientali minimi” in tutte le fasi del processo di acquisto di beni e servizi.
Green building Ridurre al minimo gli impatti ambientali degli immobili del Gruppo con riferimento all’utilizzo di energia, consumi idrici, rifiuti e consumo di materie prime.
Inclusione Ampliare l’accesso ai servizi finanziari e assicurativi per le categorie maggiormente escluse, contribuire al processo di integrazione delle categorie più deboli e promuovere le nuove tecnologie dell’informazione attraverso iniziative di alfabetizzazione digitale.
Investimenti e sviluppo
prodotti ESG
Integrare la sostenibilità nello sviluppo di nuovi servizi e prodotti e inserire criteri “Environmental, Social, Governance” (ESG) negli investimenti per creare valore sociale e ambientale oltre che economico.
Logistica sostenibile Assicurare soluzioni logistiche in grado di ridurre le emissioni in atmosfera e l’utilizzo di risorse naturali non rinnovabili con particolare riferimento al settore delle consegna della posta e dei pacchi.
Relazioni con le parti sociali Instaurare relazioni con i sindacati, basate sui principi di correttezza e rispetto dei ruoli, con il fine di trovare soluzioni condivise finalizzate alla crescita, alla competitività e alla continuità del business.
Salute e sicurezza Assicurare ai lavoratori, ai clienti e ai fornitori elevati standard di salute, sicurezza e security.
Sicurezza informatica e
continuità del business
Garantire la privacy dei dati dei clienti, tutelare la proprietà intellettuale e proteggere
gli asset da cyber attacchi interni o esterni all’organizzazione. Prevenire le interruzioni operative attraverso l’implementazione di piani di disaster recovery e promuovere la lotta contro il terrorismo grazie all’analisi dei dati. Pianificare la continuità del business attraverso la prevenzione e gestione delle interruzioni dei processi che possano determinare disagi ai clienti e ai business partner, nonché perdite di fatturato.
Sostenibilità economicofinanziaria Garantire risultati economici nel lungo periodo e tutelare la stabilità, solidità e redditività del Gruppo nel lungo periodo.

* I temi sono riportati in ordine alfabetico e non per rilevanza.

© Poste Italiane 2018 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina