dcsimg

Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

L’aumento del benessere delle persone, oltre a portare a migliori condizioni lavorative e di vita, è il presupposto per ottenere una maggiore fidelizzazione, che si traduce in un incremento di valore produttivo e dell’autoefficacia sia individuale che collettiva.
Per Poste Italiane è importante offrire ai dipendenti strumenti e modelli di lavoro moderni e flessibili in grado di rispondere a specifici bisogni personali e garantire equilibrio tra vita privata e vita lavorativa (es. iniziative di lavoro agile, trattamenti economici di miglior favore connessi alla tutela della maternità e paternità, erogazione di benefit nel campo della sanità, ecc.).
L’iniziativa “MAAM” lanciata in Poste Italiane nel 2015 consiste in un programma digitale mirato al rafforzamento delle capacità connesse all’esperienza generativa della maternità utili anche al momento del rientro al lavoro.
Dal 2018 il programma è stato esteso anche ai padri.

L’iniziativa si inquadra in un ambito più generale di interventi di sensibilizzazione culturale sull’importanza della presenza delle donne nel mondo del lavoro e sul sostegno alla genitorialità attiva, accompagnato dalla divulgazione e comunicazione di buone prassi aziendali mirate a sostenere la leadership femminile.

L’iscrizione a MAAM è rivolta sia alle donne che vanno in maternità che ai neogenitori (madri e padri) di bambini dagli 0 ai 3 anni nonché ai manager coinvolti dal proprio collaboratore. È stata prevista l’adesione, su base volontaria, al programma digitale “MAAM” ed alla piattaforma MAAM manager che prevede uno scambio diretto tra i manager e dipendenti in maternità, al fine di favorire un efficace rientro al lavoro.

Il programma è, inoltre, sostenuto da una community nella quale i partecipanti scambiano esperienze, emozioni e riflessioni sul percorso di rientro e sulla maternità. MAAM si propone di contribuire a diffondere, a tutti i livelli, un modello di cultura orientata all’inclusione delle donne nel mondo del lavoro e a favorire la genitorialità attiva per entrambi i genitori.
Nel 2018 l’Azienda estende il “Progetto MAAM” ai padri e neo genitori di figli di età 0-3 anni.
Con la finalità di conciliare la vita lavorativa con la vita privata, il Gruppo prevede numerose iniziative per i suoi dipendenti e le loro famiglie. È attivo il servizio di asilo nido aziendale presso la sede di Roma e Bologna e, in convenzione con accordo di reciprocità, a Milano.
Poste Italiane ha previsto un contributo regolato in funzione della tipologia di orario prescelto e/o della situazione reddituale delle famiglie, pari in media al 50% della retta mensile, garantendo così condizioni economiche agevolate di accesso al servizio.
L’obiettivo dell’asilo nido aziendale, oltre ad offrire un vantaggio economico, è garantire ai dipendenti un servizio educativo flessibile e distintivo.

Per i figli di dipendenti con disabilità, sono previste inoltre vacanze residenziali della durata di 15 giorni, con la presenza di un assistente dedicato per ciascun ragazzo. I costi sono a totale carico dell’Azienda e per le famiglie che accompagnano i ragazzi vengono offerti pacchetti a condizioni economiche vantaggiose.

In risposta ai crescenti bisogni di flessibilità e conciliazione espressi dai lavoratori, è possibile usufruire del servizio di telelavoro, rivolto a persone con oggettive esigenze di cura per sé o per i propri familiari (es. periodo ante e post-partum, ripresa del servizio dopo lunga malattia, infortunio o aspettativa, disabili, dipendenti con necessità di assistere genitori anziani o figli).
I dipendenti usufruendo del telelavoro possono scegliere di lavorare da casa, garantendo uno o più rientri a settimana in Azienda.

Inoltre, per i dipendenti e le loro famiglie è previsto l’accesso a convenzioni e condizioni agevolate a prodotti e servizi.
Sono inoltre previsti sussidi a sostegno dei dipendenti in situazioni di particolare necessità, determinate da gravi condizioni personali e/o familiari o conseguenti a gravi eventi di calamità naturali.

In linea con l’obiettivo dell’Azienda di garantire una conciliazione tra vita privata e lavorativa e di promuovere i valori sociali di aggregazione e inclusione, Poste Italiane si impegna a creare occasioni per praticare sport, quale strumento chiave di rafforzamento dei rapporti.
In tale ottica l’Azienda ha deciso di istituire la propria Nazionale di calcio che rappresenta il punto di partenza per promuovere i valori dello sport tra i propri dipendenti.
Dal 2018, i dipendenti del Gruppo Poste Italiane possono usufruire di una forma di assistenza integrativa sanitaria. Nella versione “Base”, l’onere è integralmente a carico dell’Azienda, nella versione “Plus” è previsto un contributo da parte del dipendente.
In entrambe le modalità, l’assistenza può essere estesa al nucleo familiare previo contributo del lavoratore.
Per le prestazioni sanitarie ci si potrà avvalere o di medici/strutture di propria fiducia o anche di una rete di strutture sanitarie convenzionate.
In riferimento all’assistenza sanitaria, l’Azienda contribuisce al finanziamento del Fondo Sanitario FASI e ulteriori casse integrative al fine del riconoscimento di prestazioni aggiuntive al Servizio Sanitario Nazionale.

Per quanto riguarda i contributi complementari al pensionamento, l’Azienda contribuisce al finanziamento di Fondoposte per il personale non dirigente e al Fondo di Previdenza Complementare PREVINDAI per i dirigenti, al fine del riconoscimento di prestazioni pensionistiche integrative alla Previdenza Obbligatoria.
Inoltre, anche quest’anno il Gruppo ha previsto azioni di sensibilizzazione su tematiche inerenti la prevenzione ed un adeguato stile di vita, abbinate all’erogazione di servizi specialistici gratuiti o a condizioni economiche agevolate presso la sede aziendale, tutte rientranti nel progetto Piano Salute.
Al fine di coinvolgere i figli dei dipendenti diplomandi e laureandi, Poste Italiane ha previsto diverse iniziative, tra le quali: Push to Open, una piattaforma per il coinvolgimento interattivo degli studenti per la scelta del loro percorso didattico/professionale, con la partecipazione attiva anche dei genitori;
Talent Days, un incontro con i giovani di orientamento al mondo del lavoro e Borse di studio annuali ed estive per soggiorni all’estero, riservate a figli meritevoli dei dipendenti, sostenute interamente dall’Azienda.

In qualità di partner naturale della Pubblica Amministrazione nello sviluppo dei servizi al cittadino, prosegue, inoltre, la partecipazione dell’Azienda a “Campioni dell’Alternanza”, progetto del MIUR che coinvolge grandi aziende italiane e multinazionali.
Con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, l’Azienda ha siglato un apposito Protocollo in materia, individuando sette percorsi di alternanza scuola lavoro, raggruppati in cinque aree (marketing clienti retail e grandi imprese, logistica e recapito, funzioni direzionali, educazione finanziaria e customer experience) che consentono agli studenti delle scuole superiori di secondo grado di conoscere il mondo postale e i principali processi aziendali.
A luglio 2018 Poste Italiane ha sottoscritto con le Organizzazioni Sindacali l’accordo sul Premio di Risultato (PDR) che prevede per i dipendenti la possibilità, su base volontaria, di optare per la devoluzione dello stesso - per l’intero valore del premio o quota di esso -  in beni e servizi di welfare a impatto sociale, in aggiunta a quelli già attualmente previsti (previdenza complementare) quali, a titolo esemplificativo, spese di istruzione ed educazione, spese di assistenza per gli anziani e/o familiari non autosufficienti, spese per trasporto, ecc..

Tale devoluzione comporta, in virtù delle agevolazioni previste dalla normativa vigente, benefici sul piano fiscale e contributivo in quanto per tale importo non sarà prevista alcuna tassazione a carico del dipendente.
Per la realizzazione dell’iniziativa verrà implementata una piattaforma telematica tramite la quale i lavoratori potranno optare per la sostituzione del Premio di Risultato in beni e servizi di welfare.
La finalità del progetto di welfare, in linea con le strategie d’impresa connesse a una crescente attenzione agli aspetti legati alla motivazione e al clima organizzativo, è quella di potenziare il benessere personale e familiare, consentire al personale di accedere a una vasta gamma di servizi personalizzabili, rafforzare le tutele in chiave sussidiaria al welfare pubblico (es. previdenza, salute, istruzione, educazione figli, sostegno alle fragilità e assistenza) e favorire, in generale,  un miglioramento  del potere di acquisto  grazie alle opportunità fiscali e contributive previste dalla legge.

Il valore della piattaforma di welfare aziendale si caratterizza nella possibilità di gestire, con modalità integrata, i diversi bisogni generazionali della popolazione aziendale, monitorare il grado di soddisfazione e ingaggio degli stessi, creare forme di interazione continua, multicanale e user friendly e disporre di un “portafoglio” welfare personalizzato coerente con i diversi stili di vita. 
L’implementazione della piattaforma sarà realizzata valorizzando tutti gli asset competenziali e tecnologici disponibili nel Gruppo Poste Italiane.

© Poste Italiane 2019 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina