Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Outlook Il Gruppo Poste Italiane continuerà a essere impegnato nell’attuazione degli obiettivi delineati nel Piano quinquennale Deliver 2022, approvato dal CdA il 26 febbraio 2018.

€ mld salvo diversa indicazione

 
  2017 2018 2019  2022 CAGR 17 - 22
Ricavi totali 10.6 10.86 11.04 11.2 + 1%
EBIT
EBIT Margin %
1.1
11%
1.50
14%
1.77
16%
1.8
16%
+ 10%
Utile netto 0.7 1.40 1.34 1.2 + 13%
Dividendi per azione
(in euro)
0,42 0,44  0,463 + 5%   


La Strategic Business Unit Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione proseguirà nell’ottimizzazione della efficienza operativa anche attraverso il rafforzamento della integrazione delle reti logistiche che consegnano i pacchi e la corrispondenza. Inoltre, nell’ambito del percorso di evoluzione della flotta aziendale per il recapito, il Gruppo continuerà l’introduzione di mezzi alternativi ad alimentazione elettrica (veicoli a tre ruote), in grado di migliorare le condizioni di sicurezza sul lavoro, valorizzando altresì il percorso di mobilità ecologica già intrapreso negli ultimi anni con l’introduzione nella flotta aziendale di quadricicli elettrici.

Proseguirà l’impiego di nuove tecnologie di automazione a supporto dei processi produttivi con l’obiettivo di aumentare efficienza e qualità dei processi di smistamento.

Gli obiettivi di tali investimenti sono la massimizzazione delle sinergie del network logistico-produttivo e la valorizzazione di tutti gli asset disponibili del Gruppo, nonché il miglioramento del posizionamento competitivo sul mercato dei pacchi cogliendo le opportunità derivanti dallo sviluppo dell’e-commerce.


In coerenza con l’obiettivo strategico di diventare, attraverso la Strategic Business Unit Pagamenti, Mobile e Digitale, il principale ecosistema dei pagamenti in Italia e assicurare la convergenza tra pagamenti e mobile e tra canali fisici e digitali, il Gruppo intende guidare il cambiamento delle abitudini dei consumatori, delle imprese e della Pubblica Amministrazione con la creazione di nuovi prodotti e servizi integrati.

Nel corso del 2020 continuerà la spinta del comparto Mobile sull’offerta integrata Postepay Connect attraverso dei bundle che rispondano alle esigenze di diversi target di clientela e valorizzino la fidelizzazione del cliente con logiche innovative di pricing e offerte rivolte al target online attraverso un processo di acquisizione completamente digitale.

Con riferimento ai Pagamenti sarà ampliato il servizio di ricarica delle carte Postepay dando la possibilità al cliente di effettuare ricariche automatiche sia a tempo che a soglia.

Il 2020 sarà un anno importante anche per il mondo delle carte di debito; sarà infatti possibile effettuare la gestione delle stesse sull’app Postepay per poter effettuare pagamenti in-store tramite Codice Postepay e verrà lanciata una nuova carta di debito, a valere sui conti BancoPosta, che abiliterà il correntista all’ecosistema PostePay.

In ambito Acquiring, relativamente alla collaborazione per il collocamento a distanza dei servizi di acquiring Postepay sulla rete dei tabaccai convenzionati Lottomatica, nel corso del 2020 verrà avviata la commercializzazione sia del servizio di acquiring fisico che del Codice Postepay. Inoltre, sarà possibile il pagamento dei Bollettini tramite Codice Postepay nei punti vendita abilitati. Inoltre, nel corso del 2020 verrà dato seguito alla partnership con ENI per l’erogazione di diversi servizi sulla rete di stazioni di servizio, con la possibilità di accettare transazioni di pagamento in modalità tradizionale, tramite POS fisici e in modalità digitale, tramite la soluzione Paga con Postepay, esposta nell’ambito dell’app Eni. Nel perimetro dell’accordo è altresì prevista la gestione del cashback, un servizio innovativo non ancora lanciato in Italia da nessun operatore o intermediario finanziario che si sostanzia in un’operazione che consente al titolare carta di ottenere contante presso un esercente, contestualmente al pagamento con carta di debito/prepagata mediante un’unica transazione di pagamento effettuata sul POS.

Nella SBU dei Servizi Finanziari, in linea con il Piano Deliver 2022, proseguiranno le attività volte a cogliere le opportunità derivanti dalle recenti innovazioni normative MiFID II e IDD, mediante la valorizzazione della base clienti, della rete distributiva e del brand.

Nell’ambito del Risparmio Postale, come previsto dall’Accordo con CDP, proseguirà lo sviluppo del Programma di Rilancio del Risparmio Postale, con l’introduzione di nuovi prodotti.

Con riferimento ai conti correnti consumer, nel corso del primo trimestre 2020, sarà rafforzata la proposizione commerciale con l’introduzione della possibilità di procedere alla richiesta di apertura del conto corrente in modalità online.

In ambito conti correnti Business e Pubblica Amministrazione, al fine di migliorare la relazione con i clienti, continueranno le attività volte alle semplificazioni operative e di processo per l’apertura e gestione del conto corrente.

Relativamente al segmento Pubblica Amministrazione il 2020 sarà interessato dall’estensione del servizio di Tesoreria anche ad altri target rispetto ai Comuni con meno di 5mila abitanti.

Sui prodotti di finanziamento proseguiranno le attività di promozione e collocamento oggetto degli accordi con i partner per i mutui ipotecari e prestiti personali. Per questi ultimi è prevista una focalizzazione dell’ampliamento della gamma di offerta attraverso l’introduzione di soluzioni online.

In continuità con il 2019 l’offerta della SBU Servizi Assicurativi tenderà al consolidamento della posizione di leadership nel mercato italiano, supportata da un ribilanciamento progressivo della produzione verso prodotti a maggiore valore aggiunto (Multiramo) caratterizzati da un profilo di rischio rendimento comunque moderato, compatibile con le caratteristiche della clientela del Gruppo.

Relativamente ai servizi di Protezione, l’adozione di un modello tailor made porterà nel corso del 2020 ad una logica di offerta integrata modulare, superando quella focalizzata sui singoli prodotti, che sarà composta da soluzioni personalizzate di protezione, assistenza e servizi nell’area della persona, beni e patrimonio integrabili e modulabili tra loro. Inoltre, il Gruppo sarà impegnato a continuare con lo sviluppo del segmento Welfare e del settore Danni non auto, sfruttando il forte potenziale ancora inespresso. L’offerta assicurativa di investimento e protezione verrà arricchita con funzionalità fruibili da canali digitali. In tutti gli ambiti dell’offerta di prodotti di investimento, sia fondi comuni che polizze assicurative, in linea con gli orientamenti intrapresi dal Gruppo, è previsto l’inserimento di criteri di Sostenibilità ESG (Enviromental, Social and Governance).

Proseguirà infine l’evoluzione delle piattaforme tecnologiche del Gruppo verso soluzioni cloud.

Con riferimento agli eventuali impatti di medio termine legati alla diffusione anche in Italia del Coronavirus (Covid-19), non è al momento possibile effettuare una stima ragionevole; occorre tuttavia evidenziare che Poste Italiane affronta questo contesto facendo leva su alcuni specifici punti di forza legati alla sua multicanalità e alla crescita del comparto digitale, che assicurano il servizio anche fuori dai tradizionali Uffici Postali. La maggior parte dei ricavi complessivi del Gruppo non sono legati all’attività commerciale di breve termine e il business model di BancoPosta è capital light, non assumendo rischio di credito. Peraltro, la capacità di generare cassa è solida e la posizione finanziaria netta rimane positiva. Il Gruppo è attivamente coinvolto in un giornaliero monitoraggio dell’evoluzione del virus, per una gestione proattiva dei relativi effetti.



 

© Poste Italiane 2020 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina