Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

12,2 mld €

Effetto diretto, indiretto e indotto sul PIL italiano

191 K

Occupati come effetto diretto, indiretto e indotto nel Paese

7,4 mld €

Reddito da lavoro come effetto diretto, indiretto e indotto nel Paese

Il terzo Bilancio Integrato del Gruppo Poste Italiane

Il Bilancio Integrato di Poste Italiane giunge quest’anno alla sua terza edizione, proseguendo nel suo obiettivo di condividere con gli stakeholder il percorso di sostenibilità intrapreso dal Gruppo in maniera chiara e completa, mettendo in risalto tutte le attività implementate per supportare la crescita del Paese e la creazione di valore condiviso.
Il presente documento rappresenta, infatti, uno strumento fondamentale per illustrare l’interazione tra il contesto esterno, la strategia, il modello di business e le forme di capitale finanziario e non-finanziario coinvolte nel processo di creazione di valore e dare conto delle performance raggiunte in termini economici, ambientali e sociali.

Per Poste Italiane, il Bilancio Integrato non è solo uno strumento di efficace rendicontazione agli stakeholder, ma è il risultato dell’adozione di un approccio integrato alla gestione aziendale, un “integrated thinking” che vede coesistenza di valutazioni finanziarie e di impatti di sostenibilità nelle decisioni aziendali. Questo approccio è ben rappresentato dal processo di creazione di valore di Poste Italiane, che ha come fondamento il modello di business.

Alla base di questo percorso di integrazione della sostenibilità nel business vi sono una serie di scelte strategiche, individuate nell’interesse sia dell’Azienda, sia dei diversi portatori d’interesse, e che sono incentrate sull’investimento nelle principali forme di capitale, quali: finanziario, umano, fisico-strutturale, intellettuale, sociale e naturale. Questi capitali rappresentano gli asset su cui si fonda il successo sostenibile dell’Azienda, ma anche sui quali la stessa impatta con le sue attività, contribuendo al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

Nonostante l’emergenza sanitaria, Poste Italiane ha proseguito il percorso di crescente integrazione della cultura della sostenibilità nelle strategie, nelle azioni e nelle decisioni prese dal Gruppo. A testimonianza dei progressi raggiunti e al fine di valorizzare l’impegno di tutti gli attori promoventi il cambiamento, all’interno del presente Bilancio Integrato è stata inserita una specifica sezione atta a mostrare lo sviluppo del percorso di sostenibilità del Gruppo e i premi e i riconoscimenti ottenuti in ambito ESG.  

Sul piano metodologico, consapevole della propria responsabilità verso gli stakeholder per una corretta rendicontazione, l’Azienda ha deciso di superare lo schema normativo vigente e di rafforzare il proprio modello di reporting aderendo ai più importanti framework internazionali di riferimento. Tale scelta nasce dalla volontà di trasparenza e accountability del Gruppo, nonché dall’obiettivo di intercettare tempestivamente le nuove tendenze relative alla rendicontazione non-finanziaria. In coerenza con l'anno precedente, il Bilancio Integrato 2020 riporta al suo interno, integrata nella Relazione sulla Gestione, la Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario identificata al cap. 9 dello stesso. La DNF è stata redatta in conformità a quanto richiesto dagli articoli 3 e 4 del D.Lgs. 254/2016 e ai “Global Reporting Initiative Sustainability Reporting Standards” definiti dal GRI - Global Reporting Initiative (di seguito “GRI Standards”) secondo l’opzione “in accordance – Core”. 
 
Il Gruppo Poste Italiane nel 2020 ha generato impatti sul Paese in termini di Prodotto Interno Lordo (PIL) per un valore complessivo di 12,2 miliardi di euro e in termini di occupazione per un totale di circa 191 mila posti di lavoro e 2 miliardi di euro in termini di gettito fiscale. È possibile stimare, inoltre, che lungo la filiera produttiva sono stati coinvolti complessivamente 191 mila lavoratori. L’utilizzo di questa forza lavoro comporta la distribuzione di redditi ai lavoratori, per un totale di 7,4 miliardi di euro. 


Gli otto pilastri di Poste Italiane

Introduzione al terzo Bilancio Integrale

Introduzione al terzo Bilancio Integrato

Integrità e trasparenza

Integrità e trasparenza

Valorizzazione delle persone

Valorizzazione delle persone

Diversità e inclusione

Diversità e inclusione

Sostegno al territorio e al paese

Sostegno al territorio e al Paese

Customer Experience

Customer experience

Innovazione

Innovazione

Decarbonizzazione immobili e logistica

Decarbonizzazione immobili e logistica

Finzanza sostenibile

Finanza Sostenibile