dcsimg

Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Con una storia di oltre 150 anni, Poste Italiane è oggi in grado di coniugare il tradizionale comparto della corrispondenza con le nuove frontiere della digitalizzazione, attraverso l’innovazione dei servizi finanziari e assicurativi e della comunicazione mobile.
Con quasi 13mila Uffici Postali e oltre 30mila portalettere, Poste è parte integrante del tessuto sociale e produttivo del Paese, senza equivalente in Italia per dimensioni, riconoscibilità, capillarità e fiducia da parte della clientela.

Sulla base di queste caratteristiche uniche, nei primi mesi del 2018 abbiamo definito il nuovo piano strategico “Deliver 2022”, che stabilisce un programma di evoluzione del Gruppo in linea con le esigenze del mercato, con un focus anche sulla crescita delle figure professionali e di talento e su un programma di investimento per circa 2,8 miliardi di euro lungo l’arco di Piano, centrato sullo sviluppo digitale, sull’automazione e sulla riorganizzazione del modello di servizio nei confronti della clientela retail, Business e Pubblica Amministrazione.

Abbiamo ultimato una riorganizzazione dei settori operativi, al fine di migliorare la visibilità e la trasparenza dei principali driver di valore per ogni segmento di Business e in tale ottica si inserisce la creazione del nuovo segmento Pagamenti, Mobile e Digitale, nato come un presidio accentrato dei servizi di pagamento, anche in ottica di estensione alle attività previste dalla nuova direttiva europea Payment Services Directive (PSD2).

La solidità delle nostre scelte ci consente di garantire ai nostri azionisti, per il 2017, un dividendo per azione di 0,42 euro che aumenterà del 5% l’anno fino al 2020 e assicurerà comunque un payout minimo del 60% dal 2021.


La nostra Mission

Accompagnare cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione verso la nuova economia digitale offrendo servizi di corrispondenza e logistica, risparmio, transazioni finanziarie e protezione di qualità, semplici, trasparenti e affidabili.


I Nostri Valori

Tutti le nostre attività, i nostri impatti e i nostri successi poggiano su solide fondamenta: le nostre persone, il nostro capitale umano. E' per questo che formazione, sviluppo professionale, valorizzazione della diversità, sicurezza sui luoghi di lavoro e benessere di tutti i dipendenti sono elementi cardine della strategia del Gruppo.

Sappiamo cambiare mantenendo saldi i nostri valori.


Le sfide della Sostenibilità

Trasformazione digitale, globalizzazione, nuovi fenomeni demografici e stili di vita, cambiamenti climatici ed esaurimento delle risorse naturali, sono solo alcune delle tendenze in atto. Capire, interpretare e dare risposta a tali cambiamenti sociali, ambientali ed economici, integrando la sostenibilità nel Business per migliorare la competitività e assicurare una redditività duratura creando valore condiviso, è la sfida delle aziende del terzo millennio.

Quale più grande azienda italiana nel settore dei servizi che ha saputo accompagnare e, spesso, precedere le evoluzioni del Paese, poniamo grande attenzione alla sostenibilità delle nostre attività. Questo impegno si traduce nell’adozione e nella promozione di valori e comportamenti attenti ai bisogni e alle aspettative del territorio e, in generale, dei nostri stakeholder.

Etica e correttezza nella conduzione del business, sviluppo del territorio e supporto alla comunità, valorizzazione delle persone e riduzione dell’impatto ambientale costituiscono ad oggi le principali aree di azione dell’approccio sostenibile adottato da Poste Italiane.

 

​La nostra Governance

Poste Italiane è una società emittente titoli quotati sul Mercato Telematico Azionario (MTA) organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A.. La Società è sottoposta al controllo del Ministero dell’Economia e della Finanze (MEF) che ne detiene complessivamente il 64,26% del capitale, di cui il 29,26% in via diretta e il 35% in via indiretta per il tramite di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. (CDP) a sua volta controllata dal MEF. La restante parte del 35,74% del capitale è rappresentato dal flottante. (Dati relativi all'esercizio 2017)

L’assetto di Corporate Governance riflette le raccomandazioni del Codice di autodisciplina delle società quotate promosso da Borsa Italiana, le disposizioni contenute nel D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 (TUF) ove applicabili, nonché le Disposizioni di Vigilanza emanate da Banca d’Italia applicabili a Poste Italiane in ragione delle attività condotte per il tramite del Patrimonio destinato BancoPosta.

Il modello di governance adottato è quello “tradizionale”, caratterizzato dalla dicotomia tra Consiglio di Amministrazione e Collegio Sindacale; la revisione legale dei conti è affidata a una Società di Revisione.

La gestione finanziaria di Poste Italiane è sottoposta al controllo della Corte dei Conti (legge 21 marzo 1958 n. 259); tale attività è svolta da un Magistrato della Corte dei Conti, che assiste alle sedute del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale.

Per saperne di più su

I risultati finanziari

I nostri manager

Le innovazioni

© Poste Italiane 2018 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina