Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Al 31 marzo 2020 i debiti finanziari di natura strutturale verso terzi del Gruppo Poste ammontano a 623 milioni di euro, composti da: un Private Placement emesso da Poste Italiane SpA per 50 milioni di euro e due  finanziamenti concessi a Poste Italiane SpA per specifici progetti di investimento dalla BEI - Banca Europea per gli investimenti – rispettivamente per 173 milioni di euro (scadenza marzo 2026) e 400 milioni di euro (scadenza ottobre 2026).

Alla stessa data, la Strategic Business Unit Corrispondenza Pacchi e Distribuzione del Gruppo Poste ha Liquidità in conti correnti bancari e postali per 1.321 milioni di euro, oltre a Titoli di Stato italiani classificati HTCS (hold to collect and sale), per un nozionale complessivo pari a 500 milioni di euro utilizzati per operazione di pronti contro termine per un valore di circa 509 milioni di euro. Tali ammontari rappresentano la liquidità libera del Gruppo generata dall’autofinanziamento aziendale, in parte riconducibile a Poste SpA e in parte derivante dall’accentramento della liquidità del Gruppo in capo alla controllante anche attraverso l’attività di cash pooling.

Inoltre, al 31 marzo 2020 Poste Italiane SpA dispone di linee di credito Revolving Credit Facility committed per 2 miliardi di euro interamente non utilizzate e linee di credito a breve termine uncommitted pari a 1.021 milioni di euro utilizzate per20 milioni di euro.

Nel corso del mese di aprile 2020, al fine di disporre di ulteriore liquidità e far fronte ad eventuali scenari avversi legati alla pandemia COVID-19:
 
  • le linee di credito uncommited per finanziamenti a breve sono state incrementate di 5 milioni di euro e sono state utilizzate per ulteriori 640 milioni di euro;
  • sono state stipulate ed erogate due operazioni di finanziamento a medio termine per un importo complessivo di 350 milioni di euro.

Debito Gruppo Poste Italiane al 31 marzo 2020

(€/mln)

Nota: tutti i valori sono espressi al nominale ed escludono i leasing derivanti dall’applicazione dell’IFRS 16, la raccolta di BancoPosta, i pronti contro termine, gli strumenti finanziari derivati e altre passività finanziarie principalmente riferite all’operatività del Patrimonio BancoPosta.

L’attuale struttura del Debito del Gruppo è al 100% a tasso fisso, come evidenziato dal grafico che segue.

Nota: il Private Placement di € 50 milioni è stato oggetto di copertura da tasso variabile a tasso fisso.

(Milioni di Euro) Tipologia Importo Data emissione Data Scadenza Prezzo emissione Tasso
Finanziamento BEI Prestito Bancario 173 12-mar-19 12-mar-26 n.a. Fisso
Finanziamento BEI Prestito Bancario 400 18-ott-19 16-ott-26 n.a. Fisso
Private Placement Emissione privata EMTN 50 25-ott-13 25-ott-23 100,000 Fisso*

* Debito oggetto di copertura da tasso variabile a tasso fisso








€/mln 2017 2018 2019
Private Placement 50 50 50
BEI 400 200 573
Bond Poste Italiane 750 0 0
Bond Poste Vita 750 750 0
DEBITO FINANZIARIO VERSO TERZI 1.950 1.000 623
PATRIMONIO NETTO 7.550 8.105 9.698
CAPITALE INVESTITO NETTO * 1.983 2.732 4.031
EBITDA 1.668 2.068 2.548
DEBITO/PATRIMONIO NETTO 0,3 0,1 0,1
DEBITO/(DEBITO + PATRIMONIO NETTO) 21% 11% 6%
DEBITO/CAPITALE INVESTITO NETTO * 98% 37% 15%
DEBITO/EBITDA  1,2x 0,5x 0,2x
Liquidità settore Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione 1.997 973 851

* = Nel 2019 il Capitale Investito Netto include € 1.254 milioni di attività per diritti d'uso

Poste Italiane SpA ha in essere un Programma EMTN presso la Borsa di Lussemburgo per un ammontare di 2 miliardi di euro. Al 31 marzo 2020 il Programma risulta utilizzato per 50 milioni di euro per un Private Placement. Il Base Prospectus è stato aggiornato il 18 luglio 2019 e successivamente integrato con Supplement l’8 ottobre 2019.

Rating

Standard & Poor's Rating Outlook  S/T
Poste Italiane S.p.A. BBB Neg A-2
 
Moody's Rating Outlook  S/T
Poste Italiane S.p.A. Baa3 Stab P-3

(*) Ratings solicited

Cronologia variazioni rating/outlook 


Poste Italiane S.p.A.

Standard & Poor's
Rating Date Action Prev.
BBB / Neg / A-2 30/10/2018 Outlook Change BBB / Stab / A-2
BBB / Stab / A-2 31/10/2017 Upgrade BBB- / Stab / A-3
BBB- / Stab / A-3 12/12/2014 Downgrade BBB / Neg
BBB / Neg / A-2 16/07/2013 Downgrade BBB+ / Neg
BBB+ / Neg 18/01/2012 Downgrade A- / Neg
A- / Neg 07/12/2011 Downgrade A / Neg
 
Moody's
Rating Date Action Prev.
Baa3 / Stab / P-3 23/10/2018 Downgrade Baa2 / Neg / P-2
Baa2, Possible Downgrade / Ratings under Review / P-2, Possible Downgrade 30/05/2018 On watch - Possible Downgrade Baa2 / Neg / P-2
Baa2 / Neg / P-2 12/12/2016 Outlook Change Baa2 / Stab / P-2
Baa2 / Stab / P-2 18/02/2014 Outlook Change Baa2 / Neg / P-2
Baa2 / Neg / P-2 16/07/2012 Downgrade A3 / Neg
A3 / Neg 16/02/2012 Downgrade A2 / Neg
A2 / Neg 05/10/2011 Downgrade Aa2 / Neg
 


Ultime Rating Actions e Analisi Poste Italiane

Agenzia Lungo termine Breve termine Outlook Rating action / Affirmation Credit Opinion Report
Standard & Poor's BBB A-2 Negative 03/03/2020 03/03/2020
Moody's Baa3 P-3 Stable 23/10/2018 25/10/2019

© Poste Italiane 2020 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina