Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Per contribuire al conseguimento degli obiettivi nazionali e internazionali di sviluppo sociale e ambientale, Poste Italiane ha adottato una Strategia di Sostenibilità, costituita da un insieme di Politiche di Sostenibilità e da un Piano Strategico ESG. Nel contesto del quadro strategico più ampio definito dal Gruppo, tale strategia risulta coerente con le attività e i criteri di business di Poste Italiane.

Tutti i principi, gli obiettivi qualitativi e le differenti modalità di gestione sono incorporati nelle politiche adottate, che, in maniera sinergica, regolamentano le diverse tematiche emerse dall’analisi di materialità e gli ambiti richiesti dal D.Lgs. 254/2016. Il Piano Strategico ESG, invece, comprende tutti gli obiettivi e i target specifici, sia di natura qualitativa che quantitativa, fissati dal Gruppo in un’ottica di costante miglioramento delle proprie performance di Sostenibilità.

I risultati record di Poste: la strategia vincente della platform company

TG Poste



Matteo Del Fante Alla vigilia del suo 160esimo anniversario, l’Azienda guidata da Matteo Del Fante ha aggiornato al rialzo gli obiettivi del Piano 2024 Sustain & Innovate.
Poste Italiane chiude il 2021 con un utile netto di 1,6 miliardi, oltre il 30% in più rispetto all’anno prima, e un margine operativo in aumento del 21% a 1,8 miliardi, ottenuti su un fatturato salito del 7% a oltre 11 miliardi.

Per leggere la notizia completa e guardare il video
 

Il modello strategico

TEMI DI SOSTENIBILITÀ RILEVANTI PER POSTE ITALIANE

Poste Italiane ha elaborato un processo di analisi di materialità, in conformità ai requisiti del D.Lgs. 254/16 e degli standard di rendicontazione, finalizzato a una comprensione sempre più approfondita delle tematiche non-finanziarie più rilevanti, in termini di rischi e opportunità, relative al raggiungimento degli obiettivi aziendali. L’analisi ha consentito l’identificazione delle tematiche
ESG materiali considerate maggiormente impattanti sul processo decisionale degli stakeholder e che rivestono un ruolo di primaria importanza nella definizione della strategia del Gruppo, tenendo presente la sua struttura, l’estensione della rete servita e la diversificazione dei settori di mercato in cui opera.
Il processo di definizione dei temi materiali per Poste Italiane, approvato in ultimo dal CdA, si è articolato in 3 fasi principali ed è stato condotto in accordo alle indicazioni degli Standards Global Reporting Initiative (GRI Standards), e recependo in anticipo le richieste della Direttiva Europea 2014/95/UE relative al processo di «double-materiality», la cui entrata in vigore è prevista per il FY 2023.

Per definire l’universo dei temi potenzialmente rilevanti per il settore e guidare il processo di analisi di materialità, Poste Italiane ha condotto un’analisi interna ed esterna, che ha preso in considerazione input derivanti da diverse fonti. Nello specifico, I’analisi interna ha considerato il Piano Strategico e il modello di gestione dei rischi di Gruppo, i risultati dell’analisi di materialità svolta ai fini del Bilancio Integrato 2020 e i risultati emersi dalle attività di stakeholder engagement implementate nel 2021; l’analisi esterna, invece, ha tenuto conto delle disposizioni derivanti dalle fonti normative e dalle principali linee guida di Sostenibilità a livello internazionale, delle richieste dei principali questionari predisposti dalle agenzie di rating di Sostenibilità e delle analisi dei trend attuali nei diversi settori in cui opera il Gruppo. La rilevanza dei temi materiali è stata successivamente definita attraverso il coinvolgimento diretto dei portatori di interesse tramite le iniziative di ascolto ed engagement realizzate. A partire dal 2021, anticipando le richieste introdotte dalla nuova proposta di modifica della Direttiva Europea 2014/95/UE, Poste Italiane ha avviato il processo di doppia materialità, introducendo nel processo di valutazione dei temi materiali una duplice prospettiva: “Inside-out” e “Outside-in”. Attraverso l’engagement esterno (Inside-out), l’Azienda ha preso in considerazione gli impatti significativi attuali o potenziali sulla società e sull’ambiente generati dalle proprie attività e dalle attività della propria catena del valore. L’engagement interno (Outside-in) invece, ha tenuto conto dei temi di Sostenibilità che possono influenzare positivamente o negativamente la strategia, la performance e il posizionamento dell’Azienda nel breve, medio o lungo termine e quindi creare o erodere il suo valore.

I principali risultati ESG del 2021 sono descritti di seguito. Non c'è crescita finanziaria sostenibile senza una società equa e sostenibile. Il supporto di Poste al Paese durante la pandemia è stato fondamentale e abbiamo ulteriormente progredito sulle politiche di diversità e inclusione. Poste Italiane è infatti entrata nella classifica mondiale delle Top 100 sulla parità di genere promossa da Equileap.
 
Poste Italiane è ufficialmente tra le 19 aziende nel mondo che hanno affrontato il gender pay gap contribuendo a rendere l'Italia, insieme a Regno Unito e Spagna, leader in questo settore.
 
Siamo stati inoltre inseriti, per il terzo anno consecutivo, nel Bloomberg-Equality Index, ottenendo un punteggio ben al di sopra della media.
 
In linea con le best practices, abbiamo continuato a prestare attenzione agli aspetti sociali e ambientali della nostra filiera adottando un modello ESG interno per valutare i fornitori.

Riteniamo che un processo di approvvigionamento trasparente sia fondamentale per migliorare costantemente i servizi offerti ai nostri clienti.

Offrire un futuro più verde.
Combattere il cambiamento climatico, innovare in tutta l'azienda per ridurre al minimo il nostro impatto ambientale, gestire i rischi e raggiungere una resilienza a lungo termine. 

Welfare e benessere del personale
I diritti, la sicurezza e il benessere delle nostre persone sono al primo posto in tutto ciò che facciamo.

Proteggere i nostri clienti, costruire una società inclusiva
Fornire supporto vitale agli individui e alle comunità.

Guidato da una buona governance aziendale
Leader con integrità e trasparenza, impegnati in un codice di etica aziendale e remunerazione. Impegnarsi per gestire la nostra attività in modo sostenibile e investire responsabilmente.
Nostro impegno per la sostenibilità e la crescita responsabile è un pilastro della nostra attività e di questo piano. Per poter misurare il nostro impatto e monitorare i nostri progressi, abbiamo adottato S.M.A.R.T. Obiettivi ESG, che sono Specific, Measurable, Attainable, Relevant e Time-based.

Di seguito riassumiamo i nostri obiettivi che monitoreremo costantemente, per garantirne un'efficace attuazione.


Nel Piano 24SI abbiamo definito una roadmap chiara e ambiziosa verso una riduzione del 30% delle emissioni totali di co2 entro il 2025 e la carbon neutrality entro il 2030, in linea con l'accordo di Parigi, il recente patto di Glasgow per il clima del 2021 e il Green Deal europeo. 
Abbiamo lavorato su nuove iniziative per accelerare ulteriormente la nostra transizione verso un'azienda certificata carbon neutral.
In tutte le nostre attività, stiamo implementando cambiamenti strategici e strutturali per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati.
Abbiamo continuato a ridurre le emissioni rinnovando la nostra flotta aziendale – arrivando a 10mila veicoli per le consegne a basse emissioni – quelli utilizzati dai nostri portalettere.
In relazione all'efficienza energetica dei nostri edifici, abbiamo ulteriormente sviluppato l'installazione di pannelli fotovoltaici e soluzioni di smart building nel nostro patrimonio immobiliare per garantire un monitoraggio e una gestione centralizzata dei consumi energetici.

A questo contribuiscono anche i nostri clienti payments e telco, scegliendo carte di pagamento biodegradabili al 100% e acquistando sim card eco-compatibili da poste.
Infine, oltre al nostro impegno ad acquistare crediti di carbonio di compensazione, il nostro viaggio di transizione verso la neutralità del carbonio sarà ulteriormente accelerato dalla nostra nuova offerta energetica.
Postepay diventerà infatti il fornitore di energia dell'intero gruppo, acquisendo il 100% dell'energia da fonti rinnovabili e compensando il 100% delle emissioni di Co2.


L’integrazione della Sostenibilità nella Strategia di Poste Italiane

Per Poste Italiane essere sostenibili significa definire una chiara strategia sulle tematiche ESG e integrarle in maniera strutturale
negli obiettivi strategici definiti nel Piano “2024 Sustain & Innovate Plus”54. Nell’arco del Piano, sono previsti investimenti per 3,1
miliardi di euro nelle attività strategiche per raggiungere obiettivi finanziari.

PRINCIPALI PUNTI STRATEGICI

  • Il piano fa leva sui trend emergenti in tutte le linee di business.
  • Target finanziari ed indicatori chiave di performance (KPI) raggiungibili, grazie alla crescita dei ricavi e alla rinnovata attenzione verso la performance operativa: ricavi in crescita del 3% (CAGR 2019-2024).
  •     Politica dei dividendi migliorata e sostenibile, basata su una consistente generazione di cassa: dividendi per azione +14% nel 2021 e in crescita del 6% ogni anno nell’arco di piano.
  • Diventare il punto di accesso unico per tutte le esigenze quotidiane degli italiani e massimizzare il valore della nostra potente rete omnicanale.
  • Trasformazione da operatore incentrato sulla corrispondenza a primario player del mercato in crescita dei pacchi, leader nel segmento B2C.
  • Metà delle oltre 11 milioni di interazioni giornaliere con i clienti generate dai nuovi canali (digitale e reti terze), che rappresentano il 12% dei relativi ricavi (in crescita al 20% entro il 2024).
  • Promuovere la cultura dell’innovazione in azienda con la nuova divisione Digital Technology and Operations a supporto dell’accelerazione della digitalizzazione del Gruppo, dell’aggiornamento dell’architettura dei sistemi informativi e migrando verso il più grande cloud proprietario in Italia.
  • Modello di Servizi Finanziari basato su Persone (formazione dedicata), Prodotti (migliorato il portafoglio per rispondere alle crescenti esigenze dei clienti), e Piattaforma (profilazione dei clienti “data-driven”).
  • Confermare il ruolo di Poste a supporto della digitalizzazione dell’Italia, collegando il Paese nel nuovo mondo ibrido.
  • Contribuire ad una crescita responsabile, favorendo la transizione dell'Italia verso un'economia sostenibile a basse emissioni di anidride carbonica e l'integrità sociale, attraverso l'innovazione e la digitalizzazione.
  • Continui investimenti nella trasformazione e nell'innovazione del business, come fattori abilitanti della crescita futura.

HIGHLIGHT FINANZIARI


Con il nostro Piano “2024 Sustain & Innovate” (“24 SI”), siamo in grado di costruire e crescere sulle solide basi gettate dal Piano Deliver22, con obiettivi raggiungibili in tutte e quattro le nostre divisioni di business. I ricavi cresceranno costantemente per tutto l’arco di piano, con il risultato operativo e l’utile netto in aumento rispettivamente del 5% e del 6% (CAGR), generando una crescita incrementale dell'EBIT tra il 2019 e il 2024 pari a 0,4 miliardi di euro. Dopo un incremento del 14% nel 2021, il dividendo per azione beneficerà di una crescita annua del 6%. La trasformazione del segmento Corrispondenza e Pacchi è in piena implementazione, e sarà la prima volta che i pacchi avranno una incidenza sui ricavi più elevata rispetto alla corrispondenza, mentre diverremo un player logistico a 360 gradi con un business sostenibile. Nei servizi finanziari e assicurativi la priorità è diventare il principale punto di riferimento per tutte le esigenze dei clienti, dal risparmio alle assicurazioni e ai prestiti, grazie a servizi di consulenza data driven, attraverso tutti i canali di distribuzione di Poste Italiane. Sfrutteremo le competenze di cross-selling e up-selling nel segmento Pagamenti e Mobile, confermando la leadership nei pagamenti digitali, introducendo l’offerta di connessione a banda larga ed entrando nel 2022 nel mercato dell’energia, con un'offerta equa, competitiva e di semplice comprensione.
La nostra strategia di creare un'architettura basata su cloud, ha portato il Gruppo ad essere il più grande utilizzatore di servizi cloud in Italia.
Stiamo fornendo nuovi prodotti e servizi che aiuteranno i nostri clienti, le imprese, la Pubblica Amministrazione e il Paese negli anni a venire, con l'impegno di creare valore significativo per tutti gli stakeholder.
A conferma della rilevanza dei temi ambientali per la nostra strategia, Poste Italiane diventerà un’azienda a zero emissioni nette entro il 2030.
Le nostre persone si sono dimostrate essenziali per il nostro successo e continueremo ad investire su di loro.
Il piano "24 SI" trasforma le sfide in opportunità grazie alla solidità e alla flessibilità del nostro approccio strategico al business.

  • Politica dei dividendi competitiva e sostenibile, legata alla performance di Gruppo: dividendo per azione iniziale di € 0,55 per il 2021 (payout ratio del 60%, +14% rispetto al 2020), in crescita del 6% annuo (2019 - 2024).
  • Ricavi di Gruppo in crescita a € 12,7 miliardi nel 2024, con un tasso annuo di crescita (CAGR) del 3% (2019 - 2024), grazie al contributo di tutti i segmenti di business.
  • Risultato operativo in crescita a € 2,2 miliardi nel 2024, con un CAGR del 5% (2019 - 2024), trainato dall'efficienza operativa.
  • Utile netto in crescita a € 1,6 miliardi nel 2024, con un CAGR del 6% (2019 - 2024).
  • Attività finanziarie totali dei clienti in crescita a € 615 miliardi nel 2024 (2020: € 569 miliardi), supportate dall’evoluzione del mix di prodotti di investimento.
  • Spesa per investimenti: livello record di € 3,1 miliardi, tra il 2021 e il 2024, a sostegno della trasformazione, con oltre il 60% degli investimenti aventi caratteristiche ESG.
  • Posizione finanziaria netta stabile nel segmento Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione: da -€ 1,9 miliardi nel 2020 a -€ 1,8 miliardi nel 2024, con la generazione di cassa operativa a sostegno degli investimenti e della distribuzione dei dividendi.

2024 SUSTAIN & INNOVATE PLUS 

OBIETTIVI DEL 2022 RIVISTI AL RIALZO, GRAZIE ALLA SOLIDITA’ DELLE ATTIVITA’ DI BUSINESS 


Gli stakeholder hanno potuto beneficiare di una solida performance e risultati molto positivi nel periodo 2017-2021: 
  • Gli azionisti hanno giovato della crescita di tutti i settori del business, con ricavi in aumento di € 0,7 miliardi e l’utile netto in crescita di € 0,9 miliardi; il dividendo per azione è aumentato del 40%. 
  • Poste Italiane ha rafforzato il suo ruolo di pilastro strategico per il Paese, contribuendo alla crescita economica, con un impatto cumulato positivo sul PIL italiano per oltre € 49 miliardi dal 2018 al 2021. Poste Italiane ha sostenuto le comunità durante la pandemia attraverso la propria piattaforma informatica all'avanguardia per la prenotazione dei vaccini anti Covid-19 e mediante la distribuzione degli stessi sul territorio. 
  • Poste Italiane continua ad investire sulle sue persone, con oltre 15.000 nuove assunzioni e programmi di formazione e riqualificazione al centro del piano di trasformazione delle risorse umane, con oltre 24 milioni di ore di formazione erogate. 

OBIETTIVI FINANZIARI DI GRUPPO PER IL 20221

  • Ricavi di Gruppo: € 11,7 miliardi (+1.1% rispetto alla precedente guidance prevista nel Piano Strategico “24SI” di € 11,6 miliardi). 
  • Risultato operativo: € 2,0 miliardi (+9.0% rispetto alla precedente guidance prevista nel Piano Strategico “24SI” di € 1,9 miliardi). 
  • Utile netto: € 1,4 miliardi (+8,9% rispetto alla precedente guidance prevista nel Piano Strategico “24SI” di € 1,3 miliardi). 

NUOVA POLITICA DEI DIVIDENDI, COMPETITIVA E SOSTENIBILE 

  • Dividendo del 2021 incrementato a € 0,59, in crescita del 21% rispetto al 2020, un anno in anticipo rispetto alla precedente politica prevista nel Piano Strategico “24SI”. 

  • La crescita annuale si attesta ora al 7%, rispetto al 6% originario, riflettendo una solida performance delle attività sottostanti. 


1 La guidance non include l'impatto del conflitto in Europa orientale sulla crescita del PIL.

L’IMPLEMENTAZIONE DI SUCCESSO DEL PIANO DELIVER22 

Ogni anno abbiamo superato gli obiettivi di utile netto fissati nei nostri piani strategici. 
Nel 2021 l'utile netto ha raggiunto 1,6 miliardi euro, superando il target di 1,4 euro miliardi, quasi raddoppiando rispetto al 2017. 
La nostra capacità di creare valore ci ha permesso di condividere costantemente questi risultati con i nostri investitori. 
Siamo orgogliosi di questi risultati e voglio ringraziare ancora tutti gli oltre 120mila colleghi di Poste Italiane per l'impegno e il duro lavoro. 

RISULTATI COSTANTEMENTE SUPERIORI AGLI OBIETTIVI, GENERANDO AL CONTEMPO RITORNI SOSTENIBILI
I ricavi sono presentati al netto degli interessi passivi e delle perdite in conto capitale relative al portafoglio di investimento (prima registrati tra i costi); 1. One-off fiscali positivi; 2. Rivalutazione della quota di capitale di SIA e one-off fiscali positivi; 3. One-off fiscali positivi; 4. Rivalutazione della quota di capitale di Nexi e one-off fiscali positivi. Prezzo per azione di Nexi di € 13,99 al 30/12/2021 




Il Cliente al centro del modello di business

Negli ultimi tre anni abbiamo ri-organizzato con successo la divisione corrispondenza e pacchi, trasformando un business focalizzato sulla corrispondenza in declino continuo ad un operatore concentrato sul settore pacchi, leader di mercato nel segmento B2C. 
Nei Servizi Finanziari abbiamo costruito una piattaforma aperta per l’offerta di prodotti e servizi di risparmio, assicurativi ed investimento che rispondono alle esigenze dei clienti grazie al miglioramento della segmentazione clienti e ottimizzazione della copertura. 
Con oltre 8,000 consulenti finanziari e 30,000 sportellisti, abbiamo servito nostri clienti con offerte finanziari, assicurativi e di pagamento targettizzati. 
In Pagamenti e Mobile, dalla nascita di PostePay nel 2018, Poste si conferma player importante nel mercato di pagamenti nazionale offrendo una piattaforma unica, integrando pagamenti e Servizi telco. 
Negli ultimi tre anni abbiamo rinnovato costantemente l’offerta, introducendo servizi e prodotti innovative, consolidando il brand. Affrontiamo il future con nuovi servizi a valore aggiunto. 

GRUPPO POSTE ITALIANE 
 
LA PIÙ EFFICACE E AFFIDABILE RETE DISTRIBUTIVA
CORRISPONDENZA E PACCHI 
Una rete ineguagliabile 
SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI 
Una piattaforma completa per tutte le esigenze finanziarie dei Clienti  
PAGAMENTI E MOBILE 
Un unico ecosistema digitale  
Riorganizzazione della rete di corrispondenza, per cogliere le opportunità dell’e-commerce  Una controlled open platform per prodotti di risparmio, assicurativi e di investimento, per rispondere alle esigenze in evoluzione della clientela  Tra i principali attori nel mercato italiano dei pagamenti 
Consolidamento del mercato, a fronte del declino della corrispondenza  Copertura ottimizzata delle vendite, con 8 mila consulenti finanziari e 30 mila operatori di sportello  Un’unica piattaforma che integra servizi di pagamento e di telefonia 
Quota di mercato B2C (#1) 36,7%  Quota di mercato prodotti assicurativi vita (#1)  14,7%  Carte emesse (#1) 28,6 mln 
Quota di mercato corrispondenza (#1) 94%  Masse gestite dal Gruppo 586 € mld  Borsellini elettronici (#1) 9,1 mln 
    Quota di mercato 
transazioni e-commerce (#1) c.25% 

Piano Strategico “2024 Sustain & Innovate”

Mission L’obiettivo strategico del segmento Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione è quello di accelerare la propria trasformazione da puro operatore di corrispondenza a operatore logistico completo, garantendo la Sostenibilità economica e ambientale delle proprie operazioni. 

La realizzazione della strategia si basa sull’efficientamento delle reti distributive, ivi inclusa l’integrazione di Nexive, acquisita a fine 2020, il consolidamento della leadership nel mercato B2C e la crescita nei segmenti C2X e B2B grazie all’introduzione di offerte specifiche e di iniziative finalizzate al miglioramento della customer experience. In tale ottica, l’acquisizione di Plurima permette di rafforzare il comparto contract logistics. Tramite l’implementazione di queste linee strategiche, il segmento mira al raggiungimento di unutile operativo nel 2024. 
  • Ricavi: 3,9 miliardi di euro (2019: 3,5 miliardi), con un aumento dei ricavi del comparto pacchi  un’attenuazione del calo del comparto corrispondenza. 
  • Ricavi del comparto pacchi: 2,0 miliardi di euro (2019: 0,85 miliardi di Euro). 
  • Ebit: atteso utile operativo entro il 2024. 
  • Raddoppio del volume dei pacchi smistati automaticamente. 
  • Quota di mercato pacchi b2c: 38% entro il 2024. 
  • Quota di mercato c2x: 57% entro il 2024 (2019: 41%). 
pagamenti mobile L’area Pagamenti e Mobile mira ad affermarsi come una piattaforma completa e omnicanale per i propri clienti, affiancando alle tradizionali linee di business dei pagamenti e delle telecomunicazioni l’offerta dedicata all’Energia dal 2022, mercato nel quale l’azienda entrerà sfruttandone la liberalizzazione. L’acquisizione di LIS, in quest’ottica, è un ulteriore contributo alla strategia omnicanale del Gruppo. L’ampliamento dei prodotti, unitamente alla possibilità di poter sfruttare i canali fisici, digitali e le reti terze, permetterà di sfruttare appieno le opportunità di cross-selling della clientela, aumentando così il valore per Poste Italiane nel suo complesso. 
  • Ricavi: 1,9 miliardi di euro (2019: 0,7 miliardi di euro). 
  • Ebit: 0,4 miliardi di euro (2019: 0,2 miliardi) con CAGR dell’1%. 
  • Portafoglio di Postepay Evolution atteso a 11,6 milioni di carte emesse. 
  • Transazioni su carte attese in aumento del 14% in CAGR a 2,7 miliardi di euro. 
servizi finanziari Servizi Finanziari si pone come obiettivo un’ulteriore evoluzione del modello di servizio, affiancando al tradizionale modello fisico le opportunità fornite dall’innovazione tecnologica. Le priorità del Piano Strategico prevedono una crescita in ambito wealth management, grazie alla diversificazione dei portafogli dei clienti per ottimizzarne il profilo di rischio-rendimento, l’integrazione delle polizze danni all’interno del modello di consulenza ed un rinnovato focus sui prestiti, con particolare enfasi sul segmento CQS, anche grazie alle partnership siglate con primari operatori del settore. Il business legato all’acquisto dei crediti di imposta sui bonus edilizi rappresenta un’opportunità di diversificazione del portafoglio investimenti. 
  • Ricavi: 6,1 miliardi di euro (2019: 5,8 miliardi di euro). 
  • Ebit: 0,7 miliardi di euro (2019: 0,9 miliardi di euro). 
  • Common equity Tier 1 capital: 17%. 
  • Attività finanziarie totali: aumento a 615 miliardi di euro da 569 miliardi nel 2020, con l’aumento della penetrazione di prodotti vita. 
 
settore assicurativo Nei Servizi Assicurativi Poste Italiane mira ad affermarsi come operatore assicurativo in grado di servire tutti i bisogni di investimento e protezione della clientela. Poste Vita ha l’obiettivo di confermarsi leader nel ramo Vita, continuando ad offrire ai clienti prodotti sicuri e al contempo più profittevoli ed efficienti dal punto di vista del capitale. La strategia del ramo Danni prevede, infine, l’aumento della profittabilità grazie all’offerta modulare, completata dall’assicurazione auto, fornita ai clienti senza assunzione di rischio grazie agli accordi distributivi siglati con primarie società di assicurazione italiane.
  • Ricavi: 2,7 miliardi di euro (2019: 1,7 miliardi di euro). 
  • EBIT: 1,3 miliardi di euro (2019: 0,8 miliardi di euro). 
  • Utile netto: 5% CAGR nel periodo 2019-2024.  
  • Solvency Ratio: >200%. 
  • Premi lordi: 26,5 miliardi di euro (2020: 16,7 miliardi di euro) 
  • Raddoppio del premio medio dell’offerta modulare. 
  • 8.000 Uffici Postali abilitati alla vendita di polizze auto entro il 2024.