Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Politica in materia di Diritti Umani Il Gruppo si impegna ad assumere sempre maggiori responsabilità nella salvaguardia dei Diritti Umani, sia nell’interesse delle persone che collaborano con la società che di quelle facenti parte della comunità in cui opera.

Poste Italiane ricopre un ruolo di primaria importanza per il Paese, coinvolgendo nelle proprie attività una molteplicità di individui, enti, istituzioni ed imprese. Per questo motivo, oltre a conformarsi ai principi e alle linee guida internazionali, il Gruppo si impegna ad assumere sempre maggiori responsabilità nella salvaguardia dei Diritti Umani, sia nell’interesse delle persone che collaborano con la società che di quelle facenti parte della comunità in cui opera. 

Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane, in data 13 dicembre 2018, ha approvato la Politica Aziendale in materia di tutela e protezione dei Diritti Umani, in prossimità dalla Giornata mondiale dei Diritti Umani. Si tratta di una celebrazione sovranazionale che si tiene in tutto il mondo il 10 dicembre di tutti gli anni per ricordare la proclamazione, avvenuta il 10 dicembre 1948 da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

La Politica definisce un approccio chiaro sul tema, più ampio di quello previsto dalla legge e che consente di monitorare e gestire rischi e opportunità legati ai Diritti Umani in tutte le loro forme, anche confermando l’impegno del Gruppo a perseguire un’attività di investimento e di gestione socialmente responsabile.

Tale documento rafforza quanto già affermato nel Codice Etico di Gruppo e costituisce un manifesto che impegna Poste Italiane a promuovere la tutela dei diritti umani per tutte le persone che lavorano nella sua catena del valore, inclusi i lavoratori propri, i fornitori e i partner, i migranti, i bambini, le persone con disabilità, le persone vittime di discriminazione e qualsivoglia forma di violenza, le comunità locali e i clienti.

La Politica esprime inoltre l’impegno a prevenire e ripudiare ogni sorta di discriminazione e violenza e di lavoro forzato o minorile e ribadisce, inoltre, l’interesse aziendale a promuovere il benessere della persona. 

Poste Italiane verifica l’efficacia dell’approccio adottato principalmente attraverso strumenti dedicati, che consistono in procedure di identificazione e valutazione periodica dei rischi all’interno e all’esterno del Gruppo, un sistema di segnalazione delle violazioni, un sistema sanzionatorio e attività di dialogo con gli stakeholder.