Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Poste Italiane: Risultati Finanziari del primo trimestre 2020Operatore sistemico - reputazione rafforzata durante la crisi, società sostenibile - modello di business resiliente e diversificato con profilo finanziario solido, traiettoria strategica del piano deliver 2022 confermata e accelerata dai trend emergenti.

Roma, 13 mag 2020 05:03

  • PERFORMANCE FINANZIARIA DEL 2020 IMPATTATA A MARZO DAL LOCKDOWN, CONFERMATI I PRINCIPALI TREND DI LUNGO TERMINE:
    • MAGGIORE COINVOLGIMENTO DEI CLIENTI SUI CANALI DIGITALI
    • CRESCITA RAFFORZATA DEI VOLUMI B2C E ACCELERAZIONE DEL FENOMENO DI E-SUBSTITUTION
    • CRESCENTE BISOGNO DI PROTEZIONE E DI PRODOTTI DI INVESTIMENTO CON ESPOSIZIONE GRADUALE AL RISCHIO
  • LA FIDUCIA DAI CLIENTI E LA PREFERENZA PER LA LIQUIDITÀ HANNO GENERATO UNA SOLIDA RACCOLTA NETTA RETAIL DI € 5,7 MILIARDI
  • RICAVI PARI A € 2.755 MILIONI (-3% A/A) IMPATTATI DAL LOCKDOWN:
    • LA CRESCITA DEI RICAVI DA PAGAMENTO E MOBILE E DA SERVIZI ASSICURATIVI HA MITIGATO I MINORI RICAVI DA SERVIZI FINANZIARI E CORRISPONDENZA
  • UTILE NETTO PARI A € 306 MILIONI (-30,2% A/A), RISULTATO OPERATIVO (EBIT) PARI A € 441 MILIONI (-28,6% A/A)
  • SOLIDA PATRIMONIALIZZAZIONE PER AFFRONTARE AL MEGLIO LE SFIDE: LIMITATA LEVA FINANZIARIA, ELEVATI COEFFICIENTI PATRIMONIALI REGOLAMENTARI E RISERVE DI LIQUIDITÀ
  • REVISIONE DELLA BASE DEI COSTI: PRIORITÀ ALLE MISURE STRUTTURALI DI EFFICIENTAMENTO PER RAFFORZARE IL NOSTRO BUSINESS SOSTENIBILE
  • DIVIDENDO DEL 2019 PARI A € 0,463 - IN APPROVAZIONE ALL’ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 15 MAGGIO
 

Immediata reazione all’emergenza: stabilito un nuovo standard per gli stakeholder

Ci siamo presi cura dei nostri dipendenti

  • Presenza fisica ridotta sia negli uffici postali, che nei centri di smistamento e di recapito

  • Forniti dispositivi di protezione individuale al personale di front-office e logistica

  • Sanificati tutti i locali e le flotte aziendali, installati schermi di protezione in plexiglass

  • 15.000 dipendenti in lavoro agile

     

Abbiamo salvaguardato la salute e la sicurezza dei nostri clienti e garantito la continuità del servizio

  • Regolamentato l’afflusso giornaliero negli uffici postali, per garantire il distanziamento sociale

  • Priorità alla consegna dei pacchi per rispondere alle esigenze dei clienti durante il lockdown

  • Promosso con successo l'uso dei canali digitali e l’utilizzo delle app

     

Supportiamo le nostre comunità, quale pilastro strategico che fornisce servizi essenziali

  • Garantiti i pagamenti delle pensioni, in maniera ordinata e secondo un programma prestabilito

  • Supporto nella gestione del pagamento della cassa integrazione

  • Fornitore di servizi a supporto del pagamento del Reddito di emergenza ai cittadini economicamente più vulnerabili

  • Supportati i Comuni nella distribuzione di aiuti e di dispositivi di protezione individuale

  • Accordo con l’Arma dei Carabinieri per la consegna a domicilio delle pensioni agli anziani più vulnerabili
     

Poste Italiane top player in brand e reputazione

  • Brand Finance ha premiato Poste Italiane con il titolo di "marchio assicurativo più forte", al primo posto tra i 100 marchi del settore assicurativo più importanti al mondo
  • Secondo il monitoraggio mensile di RepTrack, l’indice della reputazione di Poste Italiane ad aprile è aumentato di 5,4 punti percentuali, grazie al miglioramento della qualità dei suoi servizi (ad esempio trasparenza, prezzo e affidabilità), nonché all'attenzione prestata a centrali tematiche ESG (ad esempio ambiente, salute e sicurezza, innovazione)
 

Principali dati finanziari di Gruppo per il primo trimestre 2020

  • Minori Ricavi: € 2.755 milioni (-3% rispetto al primo trimestre 2019); ricavi normalizzati1 pari a € 2.456 milioni (-4,4% rispetto al primo trimestre del 2019)
  • Costi operativi totali: € 2.315 milioni (+4% rispetto al primo trimestre 2019) con un incremento dei costi Non-HR, a gennaio e febbraio, per maggiori attività di business e costi one-off pari a € 23 milioni a marzo per far fronte all’emergenza
  • Risultato operativo (EBIT): € 441 milioni (-28,6% rispetto al primo trimestre 2019) determinato da minori ricavi dovuti al lockdown e da costi one-off per far fronte all'emergenza
  • Le Attività Finanziarie Totali (TFAs) ammontano a € 539 miliardi (+€ 2,6 miliardi rispetto a dicembre 2019), con una solida raccolta netta retail di € 5,7 miliardi, trainata da prodotti di liquidità in un mercato volatile
  • Coefficienti patrimoniali regolamentari solidi: CET1 Ratio di BancoPosta pari al 18,0% e Solvency II Ratio del Gruppo Assicurativo Poste Vita pari al 226%, al di sopra delle ambizioni manageriali del 200% lungo l’arco di piano
  • Posizione di liquidità e generazione di cassa solide, con un profilo di indebitamento limitato ed equilibrato nelle scadenze
Performance economica dei settori nel primo trimestre 2020
  • Corrispondenza, pacchi e distribuzione: crescita dei ricavi da pacchi, con volumi che hanno raggiunto picchi normalmente registrati al Black Friday e nel periodo natalizio. Il contributo dei flussi dalla Cina è raddoppiato
  • Pagamenti e mobile: la strategia integrata tra servizi telco e pagamenti è in linea con la crescita dell'uso dei canali digitali e sfrutta, al contempo, le sinergie tra i vari segmenti
  • Servizi finanziari: iniziative commerciali rinnovate per adeguare il modello di servizio alla "nuova normalità", anche grazie alla consulenza da remoto
  • Servizi assicurativi: performance trimestrale positiva che ha tratto vantaggio dalla forte attenzione commerciale dedicata nel 2019 ai prodotti multiramo e dalla crescita delle opportunità nel Ramo Danni attraverso la nuova offerta modulare
Roma, 13 maggio 2020. Ieri, il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane S.p.A. (“Poste Italiane” o “il Gruppo”), presieduto da Maria Bianca Farina, ha approvato i risultati finanziari per il primo trimestre del 2020 (non sottoposti a revisione contabile).


Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, ha così commentato:
In periodi straordinari come questo, il mio pensiero va alle comunità e alle persone colpite dal COVID-19.
Grazie all’impegno e al senso del dovere dimostrati dai nostri dipendenti, Poste Italiane ha rapidamente adeguato la propria operatività, per garantire i servizi essenziali ai nostri clienti e fornire il più ampio supporto al Paese, in linea con il suo ruolo di dorsale strategica per l'Italia.
Sebbene la performance del 2020 sia stata impattata dal lockdown, i recenti eventi hanno accelerato trend emergenti chiave e confermato la direzione strategica del Piano Deliver 2022. Poste Italiane ha affrontato la crisi con un profilo finanziario robusto, con uno stato patrimoniale solido e una forte capacità di generare liquidità grazie al nostro business redditizio.
Durante questa situazione senza precedenti, abbiamo protetto i nostri dipendenti, sanificato gli edifici e le flotte aziendali, fornito dispositivi di protezione individuale e ridotto la presenza fisica negli uffici postali, nei centri di smistamento e di distribuzione. Per la maggior parte del personale della sede centrale è stato attivato il lavoro agile, raccogliendo i benefici dei nostri pregressi investimenti in IT.
I nostri leali clienti hanno continuato a beneficiare di servizi senza interruzione. Abbiamo adottato misure importanti per proteggerli, sfruttando il nostro modello esclusivo di distribuzione multicanale, composto da uffici postali, reti terze e dalla nostra piattaforma digitale.
Continuiamo in tal modo a coinvolgere i clienti in modi diversi, ma complementari, in tutti i segmenti in cui operiamo.
Abbiamo supportato le nostre comunità, anche con iniziative sociali dedicate, collaborando con le istituzioni.
Nel corso della sua storia, Poste Italiane è sempre stata presente per i propri clienti e per la comunità. Durante questa crisi abbiamo continuato a supportare tutti i nostri stakeholder, rafforzando la nostra reputazione. Poste è un operatore di sistema; il nostro ruolo è diventato più importante e questo si tradurrà in un business più forte e sostenibile. Insieme, saremo all’altezza della sfida."


1 Escludendo le plusvalenze e l’impatto sul fair value delle azioni Visa (IFRS 9) e le variazioni di fair value dell’operazione di copertura su Visa.
 

RISULTATI PRIMO TRIMESTRE 2020
Mercoledì 13 maggio 2020 - 14:00 CEST

WEBCAST
Poste Italiane: Risultati di Gruppo ​Q1 2020 - Webcast

DETTAGLI CONFERENCE CALL
Italy: +39 06 8750 0896 (Conference ID 1854327)


Per maggiori informazioni:
Poste Italiane S.p.A Investor Relations
Tel. +39 06 5958 4716
Mail: investor.relations@posteitaliane.it


Poste Italiane S.p.A. Media Relations
Tel. +39 06 5958 2097
Mail: ufficiostampa@posteitaliane.it


Leggi il comunicato stampa integrale in versione pdf

© Poste Italiane 2020 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina