Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Dialogo e trasparenza con le Istituzioni Il ruolo e la natura delle attività di Poste Italiane impongono un dialogo e un confronto costante con le Istituzioni nazionali e internazionali, con le Regioni e con gli enti locali.

Secondo i principi di correttezza, professionalità, collaborazione e trasparenza riportati all’interno del Codice Etico, il Gruppo coopera attivamente con le Autorità di Regolamentazione, Vigilanza e Giudiziarie e le Istituzioni pubbliche, al fine di individuare soluzioni a supporto dei bisogni della collettività, promuovere lo sviluppo del territorio e favorire al contempo la crescita competitiva dell’Azienda. 

In relazione alle attività di confronto con le Istituzioni locali, l’Azienda svolge regolarmente specifiche attività di dialogo e collaborazione anche con Regioni ed enti territoriali. Tali attività sono volte a garantire, con particolare riferimento ai Piccoli Comuni, la raccolta delle relative esigenze ed il coordinamento delle iniziative volte a fornire le soluzioni più adeguate. Per garantire al meglio questo processo, nel corso del 2019 sono stati costituiti dei presidi territoriali per ogni macroarea aziendale, all’interno della quale è stato individuato un responsabile a supporto delle associazioni e delle Istituzioni.

Tra le principali Istituzioni locali e organi di regolamentazione e vigilanza con cui l’Azienda si interfaccia vi sono l’Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni (AGCom), il Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE), il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAE) e il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri. A livello europeo e internazionale, inoltre, il Gruppo intrattiene rapporti con il Parlamento Europeo, la Commissione Europea, la Universal Postal Union (UPU), PostEurope, European Centre of Employers and Enterprises providing Public services (CEEP), International Post Corporation (IPC) e altre Istituzioni e associazioni dei settori in cui opera. 

Nell’ambito delle organizzazioni postali internazionali, inoltre, il Gruppo partecipa attivamente alle iniziative volte a promuovere uno sviluppo sostenibile. In particolare, il Gruppo partecipa al programma EMMS (Environmental Monitoring and Measurement System) promosso da International Post Corporation, società cooperativa costituita da 23 operatori postali che lavorano circa l’80% dei volumi di traffico globale. Tale programma è stato lanciato nel 2008 con l’obiettivo di monitorare le emissioni di CO2 e valutare il livello di sostenibilità delle attività dei partecipanti, per ridurre l’impatto delle attività postali sull’ambiente.

© Poste Italiane 2020 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina