Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Innovazione e digitalizzazione dei processi In uno scenario complesso e sfidante, l’evoluzione strategica del Gruppo richiede di fare leva sullo sviluppo dell’innovazione e sulla valorizzazione del patrimonio tecnologico.

In uno scenario complesso e sfidante, l’evoluzione strategica del Gruppo richiede di fare leva sullo sviluppo dell’innovazione e sulla valorizzazione del patrimonio tecnologico per garantire sia la capitalizzazione di quanto già realizzato che lo sviluppo di soluzioni innovative, come supporto e fonte per l’evoluzione del business.

A supporto del processo di Digital Transformation intrapreso, l’Azienda ha previsto un cambio di paradigma per evolvere da un modello “product-driven” verso una logica di “platform company”, basata su una cultura generativa, inclusiva e trasversale, e da un profilo di produttore verso un profilo di aggregatore e orchestratore di bisogni.

Poste Italiane ha avviato un importante percorso di trasformazione che sta coinvolgendo tutto il Gruppo e che ha molteplici obiettivi:
  • porre sempre di più il cliente al centro delle strategie;
  • valorizzare la rete degli Uffici Postali in sinergia con i canali digitali;
  • sviluppare modalità di accesso e fruizione multicanali;
  • rafforzare il ruolo di Poste Italiane come interlocutore chiave per la Pubblica Amministrazione;
  • favorire l’inclusione e lo sviluppo dell’economia digitale. 

Elementi distintivi di tale percorso sono la presenza di un’area di business dedicata (Digital e User Experience all’interno della funzione Customer Experience Transformation) che funge da centro di competenza a supporto dell’implementazione della strategia digitale del Gruppo e la società PostePay, il più grande Istituto di Moneta Elettronica d’Italia (IMEL) che ha integrato i servizi di telecomunicazione precedentemente erogati da PosteMobile con la monetica e con i sistemi di pagamento. PostePay ha l’obiettivo di valorizzare i canali di distribuzione di Poste Italiane grazie a un modello ibrido, che combina la rete fisica più grande e capillare d’Italia e il mondo digitale, e creare nuovi canali, prodotti e servizi integrati, soprattutto nell’acquiring, nell’e-commerce e nei pagamenti mobile e digitali. 

Inoltre, grazie alla partnership strategica con Microsoft che fa leva sulla flessibilità della piattaforma cloud, Poste Italiane garantirà una visione completa e sempre aggiornata dei propri clienti e delle attività in corso, in modo da ottimizzare l’esperienza e offrire servizi sempre più integrati. 

Nel 2019, Poste Italiane è entrata anche a far parte della community Hyperledger, un consorzio globale della Linux Foundation che raggruppa oltre 260 operatori mondiali uniti nello sviluppo di uno standard open source per la blockchain e le Distributed Ledger Technologies (DLT). L’adesione a Hyperledger è coerente con le linee strategiche individuate dal Piano industriale Deliver 2022 che mirano a rafforzare la leadership digitale di Poste Italiane e ad accelerare il percorso di acquisizione di nuove competenze e di sperimentazione della tecnologia blockchain e delle DLT per meglio comprenderne le potenzialità di generare innovazione nel business. 

Per quanto riguarda, invece, l’ambito delle attività di Open Innovation, sono state analizzate oltre 700 startup, tra le quali più di 100 sono state ritenute di potenziale interesse per le diverse funzioni ed attualmente circa 30 sono in condivisione per potenziali sinergie e/o collaborazioni. 

Parallelamente, l’Azienda ha destinato significativi investimenti all’automazione dei processi di smistamento, spedizione e tracciatura dei pacchi.
In particolare, nel 2019 Poste Italiane ha inaugurato a Bologna il più grande centro di smistamento del Paese, emblema della capacità dell’Azienda di coniugare innovazione e tradizione, rimanendo parte integrante del tessuto sociale del Paese e divenendone motore di sviluppo. Si tratta dell’impianto logistico più moderno e grande del Paese e tra i più avanzati da un punto di vista ambientale. Sulla copertura dell’impianto sono stati, infatti, installati pannelli fotovoltaici che coprono una superficie di 5.500 metri quadrati e generano un apporto elettrico superiore al suo fabbisogno energetico diurno Inoltre, l’hub consente all’Azienda di rispondere in modo più efficace alla crescita per valore e volumi del commercio online in Italia.

© Poste Italiane 2020 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina