Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Pari opportunità Il Gruppo promuovere la diffusione di una cultura d’impresa inclusiva volta a garantire il rispetto delle pari opportunità, a ridurre situazioni di fragilità individuale e a valorizzare la diversità di pensiero, considerata una risorsa fondamentale per lo sviluppo e la crescita aziendale.

Poste Italiane intende promuovere la diffusione di una cultura d’impresa inclusiva volta a garantire il rispetto delle pari opportunità, a ridurre situazioni di fragilità individuale e a valorizzare la diversità di pensiero, considerata una risorsa fondamentale per lo sviluppo e la crescita aziendale.

A tal proposito, la selezione delle persone è effettuata sulla base delle professionalità e delle competenze rispetto alle esigenze aziendali, indipendentemente dalle loro caratteristiche personali - età, genere, orientamento sessuale, disabilità, origine etnica, nazionalità, opinioni politiche e credenze religiose - secondo il principio di imparzialità. Rappresentano leve strategiche fondamentali a sostegno della crescita del business di Gruppo lo sviluppo e la valorizzazione delle competenze distintive delle persone, in tutte le sue forme e manifestazioni, ai diversi livelli dell’organizzazione.

La valorizzazione delle diversità è un fattore abilitante per il coinvolgimento e l’ingaggio delle persone negli obiettivi aziendali, la cui gestione consapevole crea un vantaggio competitivo per l’Azienda e valore sociale condiviso.
Per questo, Poste Italiane aderisce alla “Carta per le Pari Opportunità e l’Uguaglianza sul Lavoro”, una dichiarazione di intenti sottoscritta volontariamente da imprese di tutte le dimensioni per la diffusione di una cultura aziendale e di politiche delle risorse umane inclusive, libere da discriminazioni e pregiudizi, capaci di valorizzare i talenti in tutta la loro diversità.

Molte sono le iniziative messe in atto dal Gruppo:
  • Supporto alla maternità e alla paternità. L’iniziativa “MAAM” lanciata in Poste Italiane nel 2015 consiste in un programma digitale mirato al rafforzamento delle capacità connesse all’esperienza generativa della maternità utili anche al momento del rientro al lavoro. Dal 2018 il programma è stato esteso anche ai padri. L’iniziativa si inquadra in un ambito più generale di interventi di sensibilizzazione culturale sull’importanza della presenza delle donne nel mondo del lavoro e sul sostegno alla genitorialità attiva per entramebi i genitori. Sono oltre 500 le mamme e i papà che nel 2019 hanno partecipato al programma. L’iniziativa è sostenuta da una community online che permette a madri e padri di confrontarsi sulla genitorialità e sul percorso MAAM in un ambiente protetto e stimolante integrando le varie esperienze attraverso un sistema relazionale di oltre 5.500 partecipanti di varie aziende, facilitando il processo di apprendimento, allenamento e sviluppo delle competenze.
 
  • Sviluppo leadership femminile. Poste Italiane, in collaborazione con l’Associazione Valore D, ha partecipato a interventi di formazione manageriale, skill building e role model, per la promozione delle tematiche connesse all’equilibrio di genere, e a progetti di mentorship interaziendali, per promuovere la crescita professionale delle donne verso ruoli direttivi. Infatti, nel 2019 la diversity all’interno del Gruppo è ben rappresentata dal 46% dell’incidenza femminile tra quadri e dirigenti e dalle quote rosa all’interno del CdA, che rappresentano il 44,4% (costante dal 2016). 
 
  • Attenzione all’age management. È proseguita la partecipazione di Poste Italiane a “Innov’age in the Postal Sector”, progetto a livello europeo che nasce con l’obiettivo di contribuire ad una migliore comprensione del tema dell’age management nel settore postale e mira a costruire un programma formativo per supportare i capi nella gestione di team eterogenei in termini generazionali, fornendo loro gli strumenti per la valorizzazione delle diversità che sempre più caratterizza le realtà operative delle aziende. È stato inoltre sviluppato un progetto pilota, “Maestri di Mestiere”, finalizzato alla valorizzazione delle competenze delle risorse senior per favorire il passaggio di competenze ai professionisti junior. Infine, in ambito Mercato Business e Pubblica Amministrazione, è stato avviato il progetto Talenti 2.0 volto ad ingaggiare le professionalità junior e senior con l’obiettivo di migliorare la capacità di risoluzione dei problemi attraverso l’innovativa metodologia del design thinking rispetto a tematiche centrali per lo sviluppo delle attività. 
 
  • Valorizzazione del personale con disabilità. Nell’ambito del “Progetto LIS – Laboratori Musicali Inclusivi” è stato avviato un cantiere pedagogico musicale con l’obiettivo di agevolare l’apprendimento della lingua dei segni. I dipendenti del Gruppo e i loro familiari sono stati invitati ad aderire al coro inclusivo di voci e Mani Bianche, che ruota attorno all’esperienza dell’Associazione Onlus Mani Bianche Roma. Il progetto prevede anche l’attivazione di un percorso formativo multidisciplinare rivolto agli operatori di sportello che intendano acquisire competenze di base utili a comunicare con gli utenti non udenti, costituito da sessioni d’aula e da un laboratorio. 
 
  • Sostegno alla fragilità. Il Progetto “PosteHelp” è finalizzato ad offrire una rete di servizi ed interventi di supporto a favore dei colleghi affetti da gravi patologie che si articola in: volontariato d’impresa per il supporto alle esigenze di prima necessità, sessioni di coaching curate da professionisti interni e attività di orientamento e supporto per l’individuazione di centri di cura più accreditati su base nazionale in relazione alla specifica patologia. Caring Solution è, invece, l’iniziativa di ascolto promossa nel 2019 dal Gruppo per il personale di rientro al lavoro dopo un periodo di assenza e a sostegno di eventuali fragilità manifestate, finalizzata al miglioramento dell’ambiente di lavoro e al rafforzamento del senso di appartenenza. Il progetto mira a comprendere, con una logica personalizzata, le situazioni di difficoltà, attraverso la diagnosi del problema, la realizzazione di interviste e la definizione di piani di intervento ad hoc su casi specifici. 

© Poste Italiane 2020 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina