Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Pari opportunità Il Gruppo promuovere la diffusione di una cultura d’impresa inclusiva volta a garantire il rispetto delle pari opportunità, a ridurre situazioni di fragilità individuale e a valorizzare la diversità di pensiero, considerata una risorsa fondamentale per lo sviluppo e la crescita aziendale.

Poste Italiane considera il rispetto della persona e il suo sviluppo professionale valori imprescindibili ed è consapevole che le capacità relazionali, intellettive, organizzative e tecniche di ogni dipendente rappresentino una risorsa strategica per il Gruppo.
 
L’Azienda promuove la diffusione di una cultura d’impresa inclusiva volta a garantire il rispetto delle pari opportunità, considerando il valore di ogni persona a prescindere dal suo genere, a ridurre situazioni di fragilità individuale e a valorizzare la diversità di pensiero, considerata una risorsa fondamentale per lo sviluppo e la crescita aziendale.
 
All’interno del Codice Etico, il Gruppo racconta la propria attenzione verso una gestione e crescita equa del potenziale intellettuale delle proprie risorse umane, in linea con i criteri di merito e i risultati conseguiti, garantendo parità di trattamento e condannando qualsiasi forma di discriminazione. In quest’ottica, la selezione delle Persone è effettuata sulla base delle professionalità e delle competenze nel rispetto delle esigenze aziendali, indipendentemente dalle loro caratteristiche personali - età, genere, orientamento sessuale, disabilità, origine etnica, nazionalità, opinioni politiche e credenze religiose - secondo il principio di imparzialità.
 
Lo sviluppo e la valorizzazione delle competenze distintive delle persone, in tutte le sue forme e manifestazioni, ai diversi livelli dell’organizzazione rappresentano leve strategiche fondamentali a sostegno della crescita del business di Gruppo. Valorizzare le diversità è fondamentale per aumentare il coinvolgimento delle Persone negli obiettivi aziendali, la cui buona gestione crea un vantaggio competitivo per l’Azienda e genera valore sociale condiviso.

Da diversi anni Poste Italiane è tra i sostenitori della “Carta per le Pari Opportunità e l’Uguaglianza sul Lavoro”, una dichiarazione di intenti sottoscritta volontariamente da imprese di tutte le dimensioni per la diffusione di una cultura aziendale e di politiche delle risorse umane inclusive, libere da discriminazioni e pregiudizi, capaci di valorizzare i talenti in tutta la loro diversità. 

Molte sono le iniziative messe in atto dal Gruppo:
  • Supporto alla marternità e alla paternità. L’iniziativa “MAAM” lanciata in Poste Italiane nel 2015 consiste in un programma digitale mirato al rafforzamento delle capacità connesse all’esperienza generativa della maternità utili anche al momento del rientro al lavoro. Sono circa 700 le mamme e i papà che nel 2020 hanno partecipato al programma, con un aumento della partecipazione maschile pari a + 15% rispetto al 2019. L’iniziativa è sostenuta da una community online che permette a madri e padri di confrontarsi sulla genitorialità e sul percorso MAAM in un ambiente protetto e stimolante, integrando le varie esperienze attraverso un sistema relazionale di oltre 5.500 partecipanti di varie aziende, facilitando il processo di apprendimento, allenamento e sviluppo delle competenze. Infine, per valorizzare le competenze consolidate, utili per un efficace rientro o attività sul lavoro, il programma Multiply consente uno scambio su base volontaria, fra il responsabile e il dipendente per la valorizzazione delle competenze. MAAM si propone quindi di contribuire a diffondere, a tutti i livelli, un modello di cultura orientata all’inclusione delle donne nel mondo del lavoro e a favorire la genitorialità attiva per entrambi i genitori. Il programma proseguirà anche nel 2021, sotto il nome di “Lifeed” e sarà fruibile da tutti i dispositivi.
 
  • Sviluppo leadership femminile. Poste Italiane intende promuovere tematiche di parità di genere e la crescita professionale di donne, all’interno dell’Azienda. In questa ottica, il Gruppo è socio sostenitore dal 2012 di Valore D, partecipando a interventi di formazione manageriale, skill building e role model, per la promozione delle tematiche connesse all’equilibrio di genere, e a progetti di mentorship interaziendali, per promuovere la crescita professionale delle donne verso ruoli direttivi. Infatti, nel 2020 la diversity all’interno del Gruppo è ben rappresentata dal 46% dell’incidenza femminile tra quadri e dirigenti e dalle quote rosa all’interno del CdA, che rappresentano il 44,4% (costante dal 2016). 
 
  • Alleanza fra le generazioni. Poste Italiane intende promuovere lo scambio di competenze tra diverse generazioni. In coerenza con questa visione, sono state realizzate due edizioni del programma "FishBowl generation”, un format innovativo che ha avuto l’obiettivo di sviluppare un percorso di ascolto su valori guida, linguaggi, comportamenti prevalenti e stili di relazione adottati nei contesti professionali da colleghi con diversa età anagrafica, per l’emersione di prassi e modalità utili a favorire l’alleanza tra le diverse generazioni. Durante le due edizioni hanno partecipato circa 120 dipendenti. Inoltre, è stato previsto il corso formativo online “Gestione delle Emozioni” aperto a tutti i dipendenti, il cui obiettivo è quello di intraprendere un percorso di consapevolezza sull’impatto delle emozioni e delle azioni in chiave intergenerazionale, per affrontare ostacoli e attivare risorse utili a promuovere lo scambio tra persone di generazioni diverse. 
 
  • Valorizzazione del personale con disabilità. In linea con l’intento di valorizzare la diversità e l’inclusione sociale, l’Azienda ha sviluppato un’iniziativa sperimentale diretta all’assunzione di personale non udente con la piena conoscenza della lingua dei segni italiana, da inserire negli Uffici Postali delle principali città metropolitane in sportelli dedicati ai clienti con lo stesso tipo di disabilità. Inoltre, Poste Italiane prevede l’utilizzo di interpreti LIS per rendere fruibili nel linguaggio dei segni i messaggi e le notizie più rilevanti presenti nei canali di comunicazione digitale e per supportare l’attività di formazione o lo svolgimento dei colloqui gestionali con i colleghi non udenti. In questa ottica inclusiva, nel 2020 il Gruppo ha continuato l’azione di abbattimento di barriere architettoniche dei propri uffici nei Comuni con meno di 5000 abitanti, al fine di renderli più facilmente accessibili da tutti. 
 
  • Sostegno alla fragilità.  Nell’ambito delle iniziative di caring rivolte ai dipendenti con situazioni di fragilità, è stato avviato un progetto di ricerca interaziendale realizzato in collaborazione con Fondazione Lavoro per la persona, finalizzato a promuovere l’inclusività sociale e lavorativa di tutti i dipendenti affetti da gravi patologie ed a supportare l’azienda nell’individuazione di azioni dirette a consentire a tali lavoratori di poter continuare a svolgere al meglio la propria attività lavorativa. L’obiettivo della ricerca è stato quello di intraprendere un percorso di ascolto per individuare le principali implicazioni di natura culturale, organizzativa e gestionale legate ad una condizione di vulnerabilità e a rilevare la sensibilità sul tema di tutte le persone che lavorano in Azienda. L’iniziativa, che consegue alla sperimentazione del progetto PosteHelp avviato nelle regioni Lombardia, Lazio, Campania e Sicilia, consentirà la programmazione e lo sviluppo di azioni di risposta coerenti con le esigenze reali della popolazione aziendale. Inoltre, è stato previsto un corso relativo alla Gestione delle fragilità, aperto a tutto il personale, al fine di avere una visione condivisa del tema a livello aziendale. Il programma propone pillole video sulle principali tematiche riguardanti disabilità e fragilità che si vivono in famiglia, come la gestione del tempo e dello spazio, il life balance e i momenti di pausa.