Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Politica di Sostenibilità Ambientale L’impegno del Gruppo Poste Italiane per l’ambiente e il clima.

Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane in data 28 febbraio 2019 ha approvato la Politica di Sostenibilità Ambientale del Gruppo Poste Italiane che definisce i principi generali, gli obiettivi e le modalità di gestione degli impatti ambientali del Gruppo e sancisce l’impegno di Poste Italiane a promuovere, nella sua catena del valore, un uso efficiente delle risorse naturali e un’attenzione alla ricerca di soluzioni innovative, a tutela della salvaguardia dell’ambiente.

Poste Italiane è oggi tra le realtà più importanti del comparto logistico in Italia ed è azienda leader nei settori finanziario, assicurativo e dei servizi di pagamento, mobile e digitale. In considerazione delle sue dimensioni, l’Azienda è consapevole che la sua condotta può contribuire a determinare una crescita sostenibile rispettosa anche dell’ambiente naturale.

La Politica, rafforzando quanto già affermato nel Codice Etico di Gruppo, sancisce l’impegno di Poste Italiane a promuovere la tutela dell’ambiente lungo tutta la sua catena del valore. In primo luogo, Poste Italiane si impegna a prevenire, gestire e, ove possibile, ridurre gli impatti ambientali generati direttamente attraverso le proprie attività operative, in particolare, provenienti dall’utilizzo degli immobili e dalle attività logistiche e di trasporto, siano esse svolte direttamente o tramite fornitori e partner. In secondo luogo, l’Azienda ha integrato principi di sostenibilità ambientale anche nelle attività di investimento e assicurazione, favorendo comportamenti virtuosi per tutto il Sistema Paese. 


Consumi energetici interni al Gruppo*

  2017  2018  2019
Consumi carburante da fonte non rinnovabile (GJ) 2,816,874  1,963,646  2,144,522
di cui:
GPL (GJ) 35,056 31,381 32,033
Gasolio (GJ) 846,051 807,178 857,792
Gas metano (GJ) 657,874 624,541 640,97
Jet fuel (GJ) 1,104,614 343,341 403,77
Benzina (GJ) 173,279 157,205 209,956
Consumi di energia da fonte non rinnovabile (GJ) 106,337 93,603 84,183
di cui:  
Energia termica (teleriscaldamento) (GJ) 22,96 20,862 23,122
Energia elettrica approvvigionata dalla rete nazionale (GJ) 83,377 72,741 61,061
Consumi di energia da fonte rinnovabile (GJ) 1,812,423 1,742,370 1,697,666
di cui:
Energia elettrica autoprodotta da fotovoltaico (GJ) 7,057 5,907 5,521
Energia elettrica certificata garanzia d’origine (GJ) 1,805,366 1,736,463 1,692,145
Consumi di energia totali (GJ) 4,735,634 3,799,619 3,926,371
di cui:
da fonti rinnovabili (GJ) 1,812,423 1,742,370 1,697,666
da fonti non rinnovabili (GJ) 2,923,211 2,057,249 2,228,705

* Comprende l’energia riferita alle strutture Immobiliari e quella collegata al business della logistica su gomma e del trasporto passeggeri (solo per l’anno 2017) e posta via aerea. Fonte fattori di conversione in GJ: GHG Protocol e Linee Guida DEFRA 2012.


Emissioni GHG dirette totali (Scope 1); Emissioni GHG indirette totali (Scope 2); Altre emissioni GHG indirette totali (Scope 3)

  2017 2018 2019
Emissioni dirette – Scope 1* (tCO2e) 196,573 134,54 145,747
di cui:  
GPL (tCO2 e) 2,123 1,914 1,959
Gasolio (tCO2 e) 59,296 57,154 59,979
Gas metano (tCO2e) 43,582 40,384 41,122
Jet fuel (tCO2e)  80,498 25,02 29,205
Benzina (tCO2e) 11,074 10,068 13,483
Emissioni indirette – Scope 2 (tCO2e)** 10,647 9,266 8,176
di cui:  
Energia termica 2,286 1,972 2,053
Energia elettrica 8,361 7,294 6,123
Emissioni indirette – Scope 3 (tCO2e)*** 156,712 126,44 156,202
di cui:  
Gasolio (tCO2e) 117,444 98,808 131,575
GPL - 6.9  6.2
Jet fuel (tCO2e) 39,268 27,626 24,621

* Fattori di emissione utilizzati per la conversione dei combustibili in CO2e: GPL per il 2017 1,50 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2017), per il 2018 1,51 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2018) e per il 2019 1,52 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2019). Gasolio per il 2017 2,60 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2017), per il 2018 2,63 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2018) e per il 2019 2,69 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2019). Gas Metano per il 2017 2,09 kg CO2 e/m3 (fonte DEFRA 2017), per il 2018 2,04 kg CO2 e/m3 (fonte DEFRA 2018) e per il 2019 2,03 kg CO2 e/m3 (fonte DEFRA 2019). Benzina per il 2017 2,19 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2017), per il 2018 2,2 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2018) e per il 2019 2,21 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2019). Il target atteso per l’anno 2019 è pari a 137.900 tCO2 eq.
** Poste Italiane acquista certificati di garanzia di origine rinnovabile per una quota pari a circa il 95% dei propri consumi di energia elettrica. I GRI Sustainability Reporting Standards prevedono due metodologie di calcolo delle emissioni dello Scope 2, il Location-based method e il Market-based method. Il Market based method (metodologia utilizzata da Poste Italiane) si basa sulle emissioni di CO2 emesse dai fornitori di energia da cui l’organizzazione acquista, tramite un contratto, energia elettrica (in questo caso certificati di garanzia di origine da fonte rinnovabile dell’energia) e per il restante 5% fattori di emissione della rete elettrica nazionale (fattore di emissione: 0,361 Kg CO2 e/kWh, fonte: elaborazione ISPRA 2017). Fattori di emissione utilizzati per la conversione dell’energia termica in CO2e: 0,2 Kg CO2 e/kWh, per il 2017 0,19 Kg CO2 e/kWh e per il 2018 0,18 Kg CO2 e/kWh e per il 2019 0,17 Kg CO2 e/kWh.
Il metodo Location-based, invece, si basa sui fattori di emissione medi relativi alla generazione di energia regionali, subnazionali o nazionali. Applicando il metodo Location-based il totale delle emissioni di Gruppo di Scope 2 nel 2017 pari a 191.678 tonnellate, nel 2018 183.486 tCO2 e nel 2019 177.855 tCO2 e. Sono stati utilizzati gli stessi fattori di emissioni utilizzati per la metodologia Market Based. Il target atteso per l’anno 2019 è pari a 8.500 tCO2 eq.
*** Fattori di emissione utilizzati per la conversione dei combustibili in CO2e: Jet fuel per il 2017 2,54 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2017), per il 2018 2,54 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2018) e per il 2019 2,21 kg CO2 e/l (fonte DEFRA 2019).


Rifiuti prodotti per tipologia e metodo di smaltimento*

   2017 2018 2019
Totale rifiuti pericolosi (t) 346.0 1,096.0 240
di cui:  
Recupero (t) 277.7 339.7 151
Smaltimento in discarica (t) 2.5 699.1 36.1
Incenerimento (t) 0.4 - -
Altro tipo di smaltimento (t) 65.4 57.3 52.9
Totale rifiuti non pericolosi (t) 25,790.6 27,449.5 28,468.8
di cui:
Recupero (t) 25,190.1 26,129.2 27,718.9
Smaltimento in discarica (t) 182.5 795.8 626.9
Incenerimento (t) - - 1.82
Altro tipo di smaltimento (t)  418.0 524.6 121.16
Totale rifiuti (t)** 26,136.6 28,545.6 28,708.8

* I dati relativi alle quantità dei rifiuti prodotti provengono dalle società che forniscono il servizio di smaltimento.
** Il target atteso per il 2019 per la produzione di rifiuti destinati allo smaltimento in discarica, incenerimento e ad altro tipo di smaltimento, è pari a 1.000 tonnellate.