Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

La sostenibilità dei fornitori Integrazione ESG nel processo di approvvigionamento.

Promuovere una gestione responsabile della catena di fornitura è per il Gruppo Poste Italiane sinonimo in primo luogo di sostenibilità, funzionalità e tracciabilità degli approvvigionamenti.

L’Azienda impronta i propri processi di acquisto su rapporti precontrattuali e contrattuali orientati al pieno rispetto della legalità e della trasparenza, monitorando – fin dalle procedure di qualifica dei fornitori – il rispetto delle normative vigenti e le direttive aziendali per quanto riguarda aspetti quali la qualità, la tutela dei lavoratori e gli standard ambientali.

Il percorso delineato in ambito acquisti ricomprende anche l’inclusione di tematiche ESG, andando a indagare il possesso di requisiti specifici mediante audit di sostenibilità a cui i fornitori verranno sottoposti.

Il Gruppo Poste Italiane richiede ai propri fornitori, compresi eventuali subappaltatori, nonché ai propri partner, l’accettazione formale dei principi guida etico-sociali e degli obblighi di condotta definiti all’interno del Codice Etico, della Politica Integrata del Gruppo Poste italiane e dalla Politica in materia di tutela e protezione dei diritti umani, divenuti, a partire da gennaio 2019, parte integrante del rapporto contrattuale.


Il Modello Acquisti di Gruppo Integrato:

Modello bilancio integrato
Con l’obiettivo di assicurare una selezione di prodotti e fornitori in grado di garantire le migliori performance ambientali, nel dicembre 2019 è stata costituita la funzione Green Procurement. Nell’ottica della continua integrazione degli aspetti di sostenibilità nella strategia e nell’organizzazione aziendale, la nuova funzione ha la responsabilità di:
  • garantire la definizione e l’adozione dei requisiti di sostenibilità da integrare nei criteri di valutazione tecnica per l’indi­viduazione di fornitori che operano in coerenza con i principi ESG adottati dal Gruppo;
  • assicurare l’individuazione di specifici indicatori di performance sui temi di sviluppo sostenibile connessi ai processi di approvvigionamento al fine di monitorare il grado di sostenibilità dell’intera catena di fornitura, curandone la relativa reportistica;
  • implementare i processi di verifica volti ad assicurare in ambito procurement il rispetto delle disposizioni normative, interne ed esterne.

 
Modello Bilancio