dcsimg

Stai utilizzando una versione obsoleta di Internet Explorer.
Per una navigazione ottimale del sito ti consigliamo di aggiornare il browser ad una versione più recente: Aggiorna IExplorer

Il benessere dei lavoratori è un principio etico per noi e lavoriamo quotidianamente per favorire un ambiente di lavoro privo di pregiudizi, nel rispetto della personalità dei lavoratori e della dignità di ciascuno. Per questo motivo, Poste Italiane:
 
  • opera per favorire la diversità, nell’ottica di una crescita aziendale sostenibile e inclusiva;
  • promuove il rispetto dei diritti e della libertà delle persone garantendo parità di trattamento e prevenendo e contrastando qualsiasi forma di discriminazione;
  • prepara le proprie persone ad affrontare nuove sfide, valorizzando la crescita e lo sviluppo;
  • reputa di primaria importanza promuovere un ambiente di lavoro adeguato dal punto di vista della sicurezza e della salute;
  • sostiene un costante rapporto di informazione e concertazione con le Organizzazioni Sindacali.
 
Più della metà (53%) dei nostri 136.555 dipendenti è donna, un dato che qualifica la diversità di genere come un elemento caratterizzante e un punto di forza per noi.

 
 
 
Proprio l’elevata componente femminile ha suggerito da tempo la necessità di dedicare un approccio strategico all’effettiva realizzazione delle pari opportunità in azienda che si è concretizzata in politiche retributive e di sviluppo basate su equità e performance.
 
Oltre al fatto che il 53% dei dipendenti è donna, il 46% del personale con la funzione di quadro risulta essere donna. Rispetto ai vertici aziendali, il 44% dei componenti del consiglio di amministrazione è donna e il 21% delle posizioni Executive sono occupate da donne.
 
Oltre all’adesione alla Carta per le pari opportunità, una dichiarazione di intenti sottoscritta volontariamente da imprese di tutte le dimensioni, il Gruppo promuove una partecipazione attiva delle donne nel mondo del lavoro attraverso interventi formativi e seminariali, grazie anche alla collaborazione con diverse associazioni (ad esempio interventi di mentorship per promuovere la crescita professionale verso ruoli manageriali a responsabilità crescenti ed interventi di formazione manageriale plurale e di skill building).
La Corporate University di Poste Italiane mira ad assicurare una governance unitaria di tutti i processi e servizi per la formazione, al fine di garantire il costante adeguamento, consolidamento e sviluppo delle competenze professionali e manageriali.
Il Piano di Formazione annuale è declinato su tre dorsali:
 
  • formazione manageriale (1% delle ore totali nel 2017);
  • formazione tecnico-specialistica (38%);
  • formazione obbligatoria e di compliance (61%).

Il piano è organizzato in 25 aree tematiche e 7 ambiti normativi e prevede circa 1.000 corsi attivi. Nel 2017 il numero totale di ore di formazione erogate è stato di circa 3,8 milioni attraverso corsi in aula e in modalità e-learning.
Per offrire un supporto alla maternità e alla paternità, garantiamo un trattamento retributivo di miglior favore rispetto a quello previsto dalla legge. Nel 2017, circa 9.100 dipendenti di cui oltre 6.300 donne (pari al 70%) hanno beneficiato di questa offerta. Tra le molte iniziative a sostegno della genitorialità, “Maam U – Maternity as a Master” (con circa 370 iscrizioni alla piattaforma) è il nostro programma dedicato alle donne in gravidanza che trasforma l’esperienza del congedo di maternità in un momento di crescita anche professionale per la donna.
 
Il telelavoro è un altro aspetto importante per conciliare vita lavorativa e personale. Da diversi anni il progetto “Inclusione Sociale” è rivolto a persone con oggettive esigenze di cura per sé (es. mamme nel periodo ante e post-partum, dipendenti che riprendono servizio dopo una lunga malattia, un infortunio o un’aspettativa, disabili, ecc.) o per i propri familiari (es. dipendenti con necessità di assistere genitori anziani o figli in un determinato arco temporale) che possono scegliere di lavorare da casa. Nel 2017 sono risultate attive 290 postazioni.
Poste Italiane promuove il benessere psicofisico dei lavoratori attraverso politiche e programmi di prevenzione, informazione e sensibilizzazione e adotta tutte le misure necessarie per ridurre gli incidenti, gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.
 
Nel 2017, abbiamo rilevato una diminuzione, in termini assoluti, di 203 infortuni (-2,84%). L’indice di frequenza degli infortuni ha registrato una riduzione dello 0,31% rispetto all’anno precedente, analogamente all’indice di gravità che è passato da 1,20 a 1,18.
 
La lavorazione più soggetta a infortuni si conferma quella del recapito che, da sola, rappresenta il 72,1% del totale degli eventi infortunistici. Il recapito con motomezzo è, con il 38,2% di infortuni, l’attività a maggior rischio. Grande rilevanza assumono anche gli eventi legati al recapito a piedi, che rappresentano il 21,9% degli eventi totali.

© Poste Italiane 2018 - Partita iva: 01114601006

vai a inizio pagina